• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • LinkedIn

OLIMPIADI MILANO - CORTINA 2026

Presentato il progetto del Villaggio Olimpico di Milano Cortina 2026

È stato sviluppato dallo studio statunitense Skidmore, Owings & Merrill – SOM. Inclusività e sostenibilità le parole chiave. Al termine dei Giochi diventerà uno studentato universitario da 1000 posti letto

È stato presentato il 15 luglio scorso alla Triennale di Milano l’aggiornamento del Masterplan dello Scalo di Porta Romana e il progetto del Villaggio Olimpico dei Giochi invernali di Milano Cortina 2026, quest’ultimo assegnato a Skidmore, Owings & Merrill – SOM.  In seguito alla consultazione pubblica e dalle osservazioni emerse nelle ultime settimane, è stato sviluppato il disegno di progetto definitivo che a partire dai prossimi mesi inizierà a prendere forma nell’ex scalo ferroviario. Il masterplan è stato predisposto secondo le linee guida del Comune di Milano e bandito dal Fondo di investimento immobiliare “Porta Romana” – promosso e gestito da COIMA SGR e sottoscritto da Covivio, Prada Holding e dal fondo COIMA ESG City Impact – in accordo con il Gruppo FS Italiane. Regione Lombardia si farà garante della tempestiva realizzazione del progetto che sarà ultimato tra la metà e la fine del 2025.

La consultazione pubblica, che ha preso il via il 31 marzo 2021 ed è terminata il 14 aprile, si è svolta in versione digitale e ha avuto un’alta partecipazione: infatti sono stati 1.695 i questionari compilati e 1.685 le risposte aperte pervenute; in oltre 2.700 hanno assistito alla presentazione del progetto e 1.500 cittadini si sono iscritti alla newsletter. Nell’aggiornamento del Masterplan si rafforzano gli elementi distintivi dello spazio pubblico, in particolare l’importanza del parco centrale come elemento in grado di garantire la continuità urbana grazie alle connessioni pedonali e ciclabili con la città. Ma anche i corridoi verdi che potranno ospitare attrezzature anche di interesse pubblico (sportive, aree bambini, orti urbani), le piazze, la foresta sospesa su cui è in corso la valutazione di fattibilità tecnica ed economica. Il progetto Parco Romana, in linea con i parametri del PNRR per la transizione ecologica, l’inclusione sociale e territoriale, la digitalizzazione, ambisce ad essere un riferimento di sostenibilità nella riqualificazione urbana, contribuendo allo sviluppo economico-sociale della città.

E sarà proprio all’interno del nuovo Parco Romana che sorgerà il Villaggio Olimpico di Milano Cortina 2026, un complesso innovativo e all’avanguardia che immediatamente dopo la fine dei Giochi verrà riconvertito in studentato universitario. Il progetto porta la firma dello studio statunitense Skidmore, Owings & Merrill che, tra le altre cose, ha disegnato il Moon Village. Inclusività e sostenibilità sono due delle parole chiave sulle quali si fonderà questo progetto estremamente ambizioso che punta a essere una vera e propria vetrina per Milano nel mondo.  Spazi sociali condivisi, giardini nascosti, terrazze e orti tutti attentamente collegati per permettere agli atleti prima, e agli studenti poi, di vivere in un ambiente interconnesso in cui potersi muovere fluidamente.

Il Villaggio Olimpico sarà composto da edifici individuali semplici collegati tra loro e si svilupperà in tre settori principali: una zona prettamente residenziale che richiamerà i piccoli complessi industriali storici, tipici di questa parte della città; un’area centrale riservata a servizi funzionali per gli atleti olimpici (accoglienza, ristorazione…) che sarà poi occupata da servizi privati di vario genere per gli studenti; e un settore che sia in fase olimpica sia in una fase successiva avrà una vocazione più pubblica. È qui che sorgerà la piazza olimpica che sarà l’unica area del Villaggio accessibile al pubblico durante la manifestazione a cinque cerchi. Al termine dei Giochi diventerà uno spazio comune per ospitare iniziative culturali ed eventi, ma anche mercati contadini ed esposizioni.

La trasformazione da Villaggio Olimpico a studentato con 1.000 posti letto, che inizierà subito dopo il termine delle Olimpiadi e Paralimpiadi, è stata affidata a COIMA che sta già lavorando per predisporre al meglio la transizione. In un periodo di circa 4 mesi l’area verrà riconvertita in un ecosistema di abitazioni studentesche, coworking, spazi sociali pubblici e privati.

Guarda le immagini del villaggio olimpico progettato da Skidmore, Owings & Merrill – SOM

Per maggiori informazioni sul masterplan di Parco Romana visita il sito ufficiale

20/07/21
Categoria: Area media

Tipologia: Milano Provincia

 
Richieste e segnalazioni