• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

Al via la quarta edizione del “Milano Design Film Festival”

Dal 6 al 9 ottobre cinquanta film, première, dibattiti, ospiti internazionali e workshop multidisciplinari dedicati al mondo dell’arte, al vivere sostenibile, ai prodotti e alla cultura del progetto, cuore pulsante della “Fall Design Week”.

Presentata a Palazzo Marino la quarta edizione di Design Film Festival che si terrà dal 6 al 9 ottobre all'Anteo spazio Cinema di via Milazzo 9 con il patrocinio del Comune di Milano e inserito nel palinsesto di ExpoinCittà.

In scena andranno oltre 50 pellicole italiane e internazionali, dedicate al mondo dell’arte, vivere sostenibile, ai prodotti e alla cultura del progetto, cuore pulsante della “Fall Design Week” promossa dal Comune di Milano. Il programma dell’edizione 2016, che prevede titoli internazionali, due première mondiali e numerose prime europee e italiane si articola nel sequente modo: Nella giornata di giovedì i film proiettati nelle quattro sale dell’Anteo saranno dedicati al tema del design e decorazioni, venerdì all’ambiente domestico ed interni, sabato all’edilizia e urbanistica della città e domenica al paesaggio e al vivere sostenibile. Ci si aspetta la partecipazione non solo di operatori del settore del design ma anche ai cittadini interessati a questo mondo.

A inaugurare le quattro giornate l’Opening Night Party il 5 ottobre dalle 22,30 alla Triennale di Milano con dj set a cura di Radio Monte Carlo che riprorranno anche colonne storiche cinematografiche.

Alla conferenza stampa erano presenti l’assessore alle Politiche per il Lavoro, Attività produttive Moda, Cristina Tajani, e dalle organizzatrici e fondatrici Antonella Dedini e Silvia Robertazzi.

I quattro giorni di MDFF saranno anche l’occasione per presentare Milano Design Lab, la piattaforma di e-learning progettata da MDFF insieme a Francesca Molteni di Muse e Michela Marelli di Teatro in-folio. Risultato del Bando Creatività: eventi e luoghi per l'innovazione nella Moda e nel Design di Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia vinto nel 2014.

Dalle ore 18 di giovedì 6 ottobre partirà la programmazione con le pellicole dedicate all’architetto e teorico olandese Rem Koolhaas  (REM di Tomas Koolhaas, 2016) e ai fratelli brasiliani Campana, fondatori della Fondazione Campana che promove attività artigianali e artistiche nelle favelas di San Paolo (The Campana Brothers by Fernando and Humberto di Gabriela Bernd, 2016). La pellicola Rem è stata appena presentata alla 73esima Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia e il regista, presente in sala, racconterà la sua esperienza registica e personale.

Ad Alessandro Mendini un omaggio dovuto: “Volevo essere Walt Disney”, un racconto della sua poetica raccolto da Francesca Molteni.

Un’altra première di MDFF, The Destruction of Memory, diretta da Tim Slade e basato sul libro omonimo dello scrittore e giornalista inglese Robert Bevan, affronta un tema di scottante attualità: la guerra dichiarata all’architettura. La pellicola che apre con la distruzione di Palmira in Siria evidenzia come il genocidio dell'arte, dei simboli culturali e architettonici sia una precisa volontà politica mirata alla cancellazione della memoria dei popoli. Introduce il film Andrea Kerbaker, scrittore e docente di Istituzioni e Politiche Culturali all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

Non mancheranno omaggi ai protagonisti del presente e del passato anche con opere italiane, tra i molti Jean Nouvel, Piero Fornasetti, Alvaro Siza, Andrea Branzi, Børge Mogensen, Eero Saarinen e il fashion designer Yohji Yamamoto, che ci guiderà per le strade della sua Tokyo svelando l’inizio della sua storia, il rapporto con la madre e con la sua idea di creatività.

"Filter. Spazi di Immagini in movimento" è il titolo della sezione curata da Davide Giannella dedicata al cinema d’artista. Le pellicole selezionate raccontano diverse scale e dimensioni del progetto attraverso lo sguardo di differenti artisti visivi.

Sei panel discussion e un workshop aperti a tutti affronterranno i molteplici aspetti del progetto e dell’audivisivo nella contemporaneità. Il panel per esempio "Design through video. Tendenze, Creatività, Media" intende approfondire attraverso testimonianze di ospiti internazionali, le potenzialità del video nella comunicazione e promozionale aziendale, mentre il panel “Design through Awareness" esplorerà gli orizzonti del fare e agire consapevole. Durante il panel “Come cambia il design tra storytelling e nuovi media” verrà presentato il lavoro di ricerca e di selezione dei designer presenti alla prossima edizione di Operae, Independent Design Festival di Torino, attraverso il racconto di Annalisa Rosso, neo curatrice della manifestazione torinese.

Carmina Campus ha aderito al festival donando mille shopper realizzate in collaborazione con Socially Made in Italy dalle detenute delle carceri milanesi di Bollate e San Vittore che saranno in vendita ad un prezzo speciale per gli spettatori della rassegna.

Tra i sostenitori del Festival il Salone del Mobile di Milano che partecipa con un cortometraggio diretto da Matteo Garrone, Before Design: Classic e Bikemi che condivide con il festival la scelata di diffondere una mobilità sostenibile con il documentario in programma Bike vs Cars di Fredick Gerttnen.

Coinvolti nell’iniziativa anche gli studenti dell’Università di design Naba - Nuova Accademia di Belle Arti che documenteranno la rassegna con un report fotografico.

Informazioni sul calendario delle proiezioni e costi dei biglietti di ingresso

05/10/16
Categoria: Area media

Tipologia: Milano Provincia