• Facebook
  • Instagram
  • LinkedIn
  • YouTube
  • Twitter

Movida: dal Comune di Milano 160.000 euro per la realizzazione di progetti di vigilanza sussidiaria

Per accedere al bando i locali devono essere ubicati in queste aree: Nolo, Isola, Como-GaeAulenti, Garibaldi, Brera, Arco della Pace, Lazzaretto, Melzo Ticinese, Darsena, Naviglio Grande e Pavese, Sarpi e Bicocca

Il Comune di Milano ha pubblicato il bando con il quale assegna contributi, ad associazioni e consorzi rappresentativi dei commercianti e dei gestori dei pubblici esercizi ubicati nelle delle zone della movida cittadina, per la realizzazione di progetti di vigilanza sussidiaria.

La dotazione complessiva è di 160 mila euro; di questi 140.000 sono destinati ad associazioni,  enti  ed  istituzioni e 20.000 ai consorzi di imprese.

Le vie della movida coinvolte sono: Nolo, Isola, Como-GaeAulenti, Garibaldi, Brera, Arco della Pace, Lazzaretto, Melzo, Ticinese, Darsena, Naviglio Grande e Pavese, Sarpi e Bicocca.

Per ognuna di esse è stato previsto un importo massimo concedibile, tenuto conto del numero di esercizi pubblici attivi. Nel dettaglio gli importi sono così ripartiti:

NOLO contributo massimo riconosciuto 4.000 euro

ISOLA contributo massimo riconosciuto 13.000 euro

COMO - GAE AULENTI contributo massimo riconosciuto 13.000 euro

GARIBALDI contributo massimo riconosciuto 13.000 euro

BRERA contributo massimo riconosciuto 8.000 euro

ARCO DELLA PACE contributo massimo riconosciuto 8.000 euro

LAZZARETTO contributo massimo riconosciuto 22.000 euro

MELZO contributo massimo riconosciuto 4.000 euro

TICINESE contributo massimo riconosciuto 4.000 euro

DARSENA contributo massimo riconosciuto 13.000 euro

NAVIGLIO GRANDE (Alzaia naviglio Grande e Ripa di Porta Ticinese ) contributo massimo riconosciuto 22.000 euro

NAVIGLIO PAVESE (via Ascanio Sforza e Alzaia Naviglio Pavese) contributo massimo riconosciuto 18.000 euro

SARPI contributo massimo riconosciuto 14.000 euro

BICOCCA contributo massimo riconosciuto 4.000 euro

Le proposte devono riguardare la realizzazione di progetti di vigilanza sussidiaria, volti a favorire la gestione ordinata delle aree dei plateatici e/o delle aree esterne immediatamente pertinenziali ai locali.  Le iniziative devono inoltre essere formulate tenendo conto delle caratteristiche dell'area territoriale oggetto dell'intervento e devono concretizzarsi attraverso l'utilizzo, anche a rotazione tra gli esercizi coinvolti, di personale specializzato formato, ed iscritto negli elenchi prefettizi confluenti nel database nazionale degli operatori della sicurezza privata o di guardie giurate allorché ai compiti anzidetti si aggiungano quelli di custodia dei beni mobili.

Affinché siano finanziabili i progetti di vigilanza devono coprire il seguente periodo: 6 maggio - 31 luglio e 1 settembre - 30 ottobre ed il seguente orario, dalle ore 21 del venerdì alle ore 02 del sabato e  alle ore 21 di  sabato alle ore 02 della domenica.

L'entità del contributo non può essere superiore al 90% delle spese preventivate, nonché rendicontate.

A ciascun progetto sarà attribuito, dalla commissione appositamente nominata, un punteggio massimo di 100 punti sulla base dei seguenti elementi:

  • qualità e fattibilità del progetto;
  • budget previsto;
  • adeguatezza del numero delle figure professionali coinvolte nel progetto;

E' prevista una  soglia  minima di  ammissione  pari a 50  punti  sui complessivi 100, nel caso in cui il progetto consegua un punteggio inferiore alla predetta soglia non sarà ammesso.

Domande entro le ore 12 del 28 giugno.

11/06/24
Categoria: Area media

Tipologia: Milano Provincia

 
Richieste e segnalazioni