• Facebook
  • Instagram
  • LinkedIn
  • YouTube
  • Twitter

Eccellenze gastronomiche e agroalimentari: contributo a fondo perduto pari al 70% del programma di spesa ammissibile fino a un massimo di 30.000 euro

Domande dall'1 marzo al 30 aprile (fino ad esaurimento dei fondi disponibili)

Il Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali (MIPAAF) ha pubblicato i decreti attuativi del “Fondo di parte capitale e del fondo di parte corrente per il sostegno delle eccellenze della gastronomia e dell'agroalimentare italiano", gestito da Invitalia s.p.a. Entrambe le iniziative sono finalizzate a promuovere e sostenere le imprese di eccellenza nei settori della ristorazione e della pasticceria e a valorizzare il patrimonio agroalimentare ed enogastronomico italiano prevedendo la concessione di contributi a fondo perduto pari al 70% del programma di spesa ammissibile fino a un massimo di € 30.000.

Possono accedere ai benefici dei fondi le imprese con i seguenti codici Ateco:

  • 56.10.11 “Ristorazione con somministrazione”, che devono anche avere almeno uno dei due seguenti requisiti :
  1. essere regolarmente costituite, iscritte nel Registro delle imprese e in attività da almeno 10 anni;
  2. aver acquistato nel periodo compreso tra il 30 agosto 2021 e il 30 agosto 2022 prodotti certificati DOP, IGP, SQNPI, SQNZ e prodotti biologici per almeno il 25% del totale dei prodotti alimentari acquistati nello stesso periodo.
  •  56.10.30 “Gelaterie e pasticcerie” e 10.71.20 “Produzione di pasticceria fresca" che devono anche avere almeno uno dei due seguenti requisiti:
  1. essere regolarmente costituite, iscritte nel Registro delle imprese e in attività da almeno 10 anni;
  2. aver acquistato nel periodo compreso tra il 30 agosto 2021 e il 30 agosto 2022 prodotti certificati DOP, IGP, SQNPI e prodotti biologici per almeno il 5% del totale dei prodotti alimentari acquistati nello stesso periodo.

Sono poi previsti ulteriori requisiti, tra cui l’essere in regola con gli adempimenti fiscali e contributivi e il non essere sottoposte a procedura concorsuale o a qualsiasi altra situazione equivalente ai sensi della normativa vigente.   

I contributi sono in parte capitale e in parte corrente.

Sono ammissibili al fondo di parte capitale le spese relative all’acquisto di macchinari professionali e beni strumentali nuovi di fabbrica, organici e strettamente funzionali all’attività di impresa. Sono quindi escluse, a titolo di esempio, spese relative a ristrutturazione dei locali, opere murarie e impianti generali (elettrico, idraulico, climatizzazione, ecc.).

Il programma di spesa deve essere realizzato a partire dalla data di presentazione della domanda ed entro, e non oltre, otto mesi successivi alla data di concessione del contributo.

Sono ammissibili al fondo di parte corrente le spese della retribuzione lorda relativa all’inserimento nelle imprese richiedenti con contratto di apprendistato di uno o più giovani diplomati nei servizi dell’enogastronomia e dell’ospitalità alberghiera.

In particolare, i giovani diplomati devono:

  1. aver conseguito un diploma di istruzione secondaria superiore presso un Istituto professionale di Stato per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera (IPSEOA) da non oltre cinque anni precedenti la data di sottoscrizione del contratto di apprendistato;
  2. non aver compiuto trent’anni di età alla data di sottoscrizione del contratto di apprendistato.

I contratti di apprendistato devono avere una durata compresa tra un minimo di un anno e un massimo di tre anni e devono essere stipulati a partire dal 31 agosto 2022 ed entro e non oltre 60 giorni successivi alla data di concessione del contributo.

In relazione al fondo di parte corrente, alla domanda dovranno essere allegati, per ciascuno degli apprendisti, i documenti relativi a:

  • piano di formazione degli apprendisti;
  • copia della comunicazione di assunzione;
  • copia del titolo di studio.

In caso di indisponibilità al momento della presentazione della domanda, i documenti sopra elencati devono essere presentati entro e non oltre 60 giorni successivi alla data di concessione del contributo, pena invalidità della domanda presentata e conseguente revoca del contributo concesso

Le domande di contributo potranno essere presentate a partire dalle ore 10,00 del 1°marzo 2024 fino ad esaurimento dei fondi disponibili (con reale probabilità di “click day”) e comunque entro e non oltre le ore 10,00 del 30 aprile 2024.

Le domande di contributo devono essere presentate esclusivamente in forma telematica attraverso la piattaforma che verrà attivata all’interno del sito di Invitalia s.p.a. alla data di apertura del contributo. 

Ogni impresa richiedente può presentare una sola domanda di contributo per ciascun Fondo.

Le domande sono valutate con procedura “a sportello”, in base all’ordine cronologico di presentazione.

 

 

09/02/24
Categoria: Area media

Tipologia: Scenario nazionale

 
Richieste e segnalazioni