• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • LinkedIn

MiSE: 46 milioni di euro lo stanziamento per le edizioni 2022 dei Bandi  “Brevetti+”, “Disegni+” e “Marchi+ ”

Il Ministero dello Sviluppo Economico (MiSE) ha pubblicato le edizioni 2022 dei Bandi  “Brevetti+”( apertura bando 27 settembre), “Disegni+” (apertura bando 11 ottobre) e “Marchi+ ” (apertura bando 25 ottobre) per la concessione di agevolazioni finalizzate a promuovere la valorizzazione dei brevetti e dei disegni/modelli e la tutela dei marchi, sui mercati esteri, da parte di Micro, Piccole e Medie Imprese di ogni settore economico con sede legale e operativa in Italia, regolarmente iscritte al Registro delle Imprese e attive. 

Lo stanziamento complessivo è di 46 milioni di euro, di cui 30 milioni sul Bando “Brevetti+”, 14 milioni sul Bando “Disegni+”, 2 milioni sul Bando “Marchi+.



I tre bandi presentano caratteristiche comuni:
•le imprese richiedenti devono essere titolari di un brevetto/disegno/marchio registrato a livello nazionale presso l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (UIBM) e/o europeo presso l’Ufficio dell’Unione Europea per la Proprietà Intellettuale (EUIPO) e/o internazionale dall’Organizzazione Mondiale per la Proprietà Intellettuale (OMPI) oppure titolari di una domanda di registrazione di un brevetto/marchio a livello nazionale (UIBM), europeo (EUIPO) o internazionale (OMPI);
•i progetti devono prevedere l’acquisto di servizi specialistici volti alla valorizzazione economica di un brevetto o disegno/modello (singolo o di uno o più disegni/modelli appartenenti al medesimo deposito multiplo) per la sua messa in produzione e/o per la sua offerta sul mercato oppure devono essere volti alla registrazione del marchio presso EUIPO o OMPI;
•le agevolazioni consistono in contributi a fondo perduto, dove i valori relativi all’incidenza sul programma di spesa e all’importo massimo ottenibile dipendono dal singolo bando e dalla tipologia delle spese ammissibili;
•la procedura di assegnazione dei contributi alle imprese è valutativa a sportello, secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande. 

Di seguito una sintesi delle specificità dei tre bandi:

1)BANDO “BREVETTI+2022” ( in apertura il 27 settembre)
Possono presentare domanda:
-imprese titolari di un brevetto per invenzione industriale (o in alternativa, di una licenza esclusiva di brevetto) registrato in Italia successivamente all’01/01/2019;
-imprese titolari di una domanda di registrazione di brevetto per invenzione industriale italiano, europeo o internazionale (che rivendichi la priorità di una precedente domanda nazionale), depositata, con esito “non negativo”, successivamente al 01/01/2020. 

Sono ammissibili al contributo le spese relative a:


A)Progettazione, ingegnerizzazione e industrializzazione:
studio di fattibilità (specifiche tecniche con relativi elaborati, individuazione materiali, definizione ciclo produttivo e layout); progettazione produttiva; studio, progettazione e ingegnerizzazione del prototipo; progettazione e realizzazione firmware per macchine controllo numerico; analisi e definizione dell’architettura software (solo se relativo al procedimento oggetto della domanda di brevetto o del brevetto stesso); test di produzione; rilascio certificazioni di prodotto o di processo (purché strettamente connesse al brevetto).

B)Organizzazione e sviluppo:
servizi per la progettazione organizzativa; organizzazione dei processi produttivi; servizi di IT governance; analisi per la definizione qualitativa e quantitativa dei nuovi mercati geografici e settoriali; definizione della strategia di comunicazione, promozione e presidio dei canali distributivi.   

C)Trasferimento tecnologico: 
predisposizione di accordi di segretezza e di concessione in licenza del brevetto; costi dei contratti di collaborazione tra PMI e istituti di ricerca/università (accordi di ricerca sponsorizzati).

Le spese devono essere sostenute successivamente alla data di presentazione della domanda di contributo ed entro 18 mesi successivi dalla data di notifica all’impresa beneficiaria dell’atto di concessione del contributo.

Il contributo ottenibile è pari all’80% dell’investimento complessivo ammissibile e per un importo massimo di € 140.000,00. 

La domanda di contributo potrà essere compilata a partire dalle ore 12,00 del 27 settembre 2022 e fino ad esaurimento delle risorse disponibili, esclusivamente in forma telematica accedendo all’apposita sezione del sito web di Invitalia con identità digitale (SPID, CNS, CIE). 

2)BANDO “DISEGNI+2022” ( in apertura l’11 ottobre)
Possono presentare domanda:
-imprese titolari di un disegno/modello registrato a livello nazionale o europeo o internazionale a decorrere dall’01/01/2020 e comunque in data antecedente la presentazione della domanda di contributo e in corso di validità. 

Sono ammissibili al contributo le spese relative a: ricerca sull’utilizzo di materiali innovativi; realizzazione di prototipi e stampi; consulenza tecnica tra la catena produttiva finalizzata alla messa in produzione del prodotto/disegno; consulenza specializzata nell’approccio di mercato (es. business plan, piano marketing, analisi di mercato, progettazione layout grafici e testi per materiale di comunicazione offline e online) e per la valutazione tecnico-economica del disegno/modello; consulenza legale per la tutela da azioni di contraffazione (es. azioni legali relative a casi concreti) e/o per accordi di licenza (effettivamente sottoscritti).

Le spese devono essere sostenute successivamente alla data di registrazione del disegno/modello e comunque a partire dal 05/09/2022, data di pubblicazione del bando nella GURI ed entro 9 mesi dalla data di notifica all’impresa beneficiaria del provvedimento di concessione del contributo.

Il contributo ottenibile è pari all’80% dell’investimento complessivo ammissibile e per un importo massimo di € 60.000,00 e nel rispetto degli importi massimi previsti per ciascuna tipologia di servizio specialistico esterno richiesto. 

Il disegno/modello può essere oggetto di una sola domanda di partecipazione e non deve essere già stato agevolato dai bandi Disegni +2, Disegni+3, Disegni+4 e Disegni+2021.

La domanda di contributo potrà essere compilata a partire dalle ore 09,30 dell’11 ottobre 2022 e fino ad esaurimento delle risorse disponibili, esclusivamente in forma telematica accedendo al sito web messo a disposizione da Unioncamere Nazionale  https://www.disegnipiu2022.it/   identità digitale (SPID, CNS, CIE).
 
3)BANDO “MARCHI+2022” (in apertura il 25 ottobre)
E’ suddiviso in due misure distinte:
Misura A): contributi per favorire la registrazione di marchi dell’Unione europea; 
Misura B): contributi per favorire la registrazione di marchi internazionali.


Possono presentare domanda per la Misura A) 
-imprese titolari di un marchio europeo, che hanno ottenuto la registrazione del medesimo marchio in data antecedente la presentazione della domanda di contributo e che hanno effettuato il deposito a decorrere dal 01/06/2019 e pagato le relative tasse.

Possono presentare domanda per la Misura B)
-imprese titolari di un marchio nazionale o europeo, che hanno effettuato il deposito della domanda di registrazione internazionale del medesimo marchio a decorrere dal 01/06/2019, pagato le relative tasse e ottenuto la pubblicazione della domanda stessa sul registro dell’OMPI in data antecedente la presentazione della domanda di contributo;
-imprese che hanno effettuato il deposito della domanda di registrazione internazionale di un marchio, già depositato a livello nazionale o europeo, a decorrere dal 01/06/2019, pagato le relative tasse e ottenuto la pubblicazione della domanda stessa sul registro dell’OMPI in data antecedente la presentazione della domanda di contributo;
-imprese che hanno effettuato il deposito della domanda di designazione successiva di un marchio registrato a livello internazionale a decorrere dal 01/06/2019, pagato le relative tasse e ottenuto la pubblicazione della domanda stessa sul registro dell’OMPI in data antecedente la presentazione della domanda di contributo. 

Sono ammissibili al contributo per entrambe le misure le spese relative a: progettazione della rappresentazione di un nuovo marchio; assistenza per il deposito della domanda di marchio presso UIBM, EUIPO o OMPI; ricerche di anteriorità (per verificare l’eventuale esistenza di marchi identici e/o simili che possono entrare in conflitto con il marchio che si intende registrare); assistenza legale per azioni di tutela del marchio (in risposta a opposizioni o rilievi successivi al deposito della domanda di registrazione); tasse di deposito.
Le spese devono essere sostenute a partire dal 01/06/2019 e comunque prima della data di presentazione della domanda di contributo (bando “a consuntivo”).

Il contributo ottenibile per la Misura A) è pari all’80% dell’investimento complessivo ammissibile, nel rispetto degli importi massimi per ciascuna tipologia di spesa, e per un massimale di 6.000,00.
Il contributo ottenibile per la Misura B) è pari al 90% dell’investimento complessivo ammissibile, nel rispetto degli importi massimi per ciascuna tipologia di spesa, e per un massimale di € 9.000,00.

Per uno stesso marchio è possibile cumulare le agevolazioni previste per le misure A e B e presentare in un’unica domanda la richiesta di contributo, sia per la Misura A e sia per la Misura B. 
Qualora un’impresa possa richiedere l’agevolazione per più marchi, occorre che venga presentata una domanda per ciascuno di essi. Ogni impresa può presentare più di una domanda di contributo, sia per la Misura A e sia per la Misura B, fino a un massimo di € 25.000,00.

La domanda di contributo potrà essere compilata a partire dalle ore 09,30 del 25 ottobre 2022 e fino ad esaurimento delle risorse disponibili, esclusivamente in forma telematica accedendo al sito web messo a disposizione da Unioncamere Nazionale https://www.marchipiu2022.it/ con identità digitale (SPID, CNS, CIE).

 

Rivolgersi alla propria associazione.

 

 

 

23/09/22
Categoria: Area media

Tipologia: Scenario nazionale

 
Richieste e segnalazioni