• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • LinkedIn

Camera di Commercio: il Rapporto Milano Produttiva 2022

Tornano a crescere le imprese guidate da under 35, con Milano capitale delle start up innovative

Presentato a Palazzo Giureconsulti, in occasione dell’incontro “Milano alla prova del futuro. Giovani, innovazione e start up = Risorse, opportunità e sfide”, il Rapporto Milano Produttiva 2022  realizzato dal Servizio Studi Statistica e Programmazione della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi. Il Rapporto, giunto alla sua 32esima edizione, ripercorre nella prima parte l’andamento dell’economia dei tre territori nel 2021 e sviluppa nella seconda parte, intitolata “Rigenerazione e sostenibilità”, le tematiche dello sviluppo socio-economico e urbano in un’ottica di sostenibilità. Dopo l’intervento di apertura di Carlo Sangalli (Presidente Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi), Elena Vasco, segretario generale Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi ha presentato il Rapporto Milano Produttiva 2022, seguita dall’intervento di Alessandro Rosina (docente di Demografia e statistica sociale Università Cattolica del Sacro Cuore) “Una città per i giovani: la sfida demografica dell’area metropolitana”. L’incontro, moderato dal giornalista Alessandro Di Stefano, si è concluso con la presentazione di due testimonianze di start up e di talenti: Bav Tailor e Chiara Mignemi.  

Alcuni dati dal Rapporto Milano Produttiva

Tornano a crescere le imprese guidate da under 35, non succedeva dal 2014. A Milano Monza Brianza nel 2021 le imprese gestite da giovani under 35 hanno registrato, dopo una lunga fase calante, una buona performance, che ha visto incrementarsi rispetto al 2020 sia il numero delle nuove nate (+21,6%) sia quello delle imprese attive (+1,2%). E Milano si conferma capitale italiana delle start up innovative: 1 su 5 ha sede in città. Complessivamente il sistema imprenditoriale di Milano Monza Brianza Lodi registra nei primi sei mesi del 2022 una performance positiva delle iscrizioni: sono 17.129 le nuove imprese nate. A fronte delle 12.173 chiusure, il saldo tra iscrizioni e cancellazioni è stato positivo: +4.956 imprese, con il contributo determinante di Milano (+4.237). Nel primo semestre del 2021 il saldo complessivo si attestava a +5.050 unità. Anche il tasso di crescita si conferma positivo (+1,05%). In attesa di sapere quanto inciderà sul quadro economico l’attuale situazione geopolitica internazionale, le previsioni sul valore aggiunto indicano per il 2022 una crescita pari al 2,9% per Milano, stesso dato per Monza Brianza e +1,7% per Lodi. Considerando complessivamente i tre territori, nel 2021 sono stati recuperati circa 11 miliardi e mezzo di euro di valore aggiunto rispetto agli oltre 14 persi nel 2020 (+6,6%); con un differenziale quindi rispetto alla situazione pre-Covid di -1,4%. Nel 2021 il mercato del lavoro ha provato a ripartire: nella provincia di Milano l’occupazione ha fatto segnare una ripresa (+0,5%; +7mila unità circa) dopo la brusca frenata determinata dal Covid, che aveva interrotto una lunga serie di risultati positivi. Nonostante questa risalita, dovuta tra l’altro esclusivamente alla componente maschile, si è ancora lontani dal recuperare i posti perduti nel 2020. Oggi complessivamente sono 1,452 milioni gli occupati nel capoluogo meneghino. Relativamente alla disoccupazione, l’anno si è caratterizzato per andamenti differenziati nelle tre province: Milano e Monza Brianza hanno registrato un aumento delle persone in cerca di occupazione (rispettivamente +10% e +32,9%), mentre Lodi è stata interessata da una flessione (-11,8% su base annua, pari a -753 unità). Il tasso di disoccupazione è del 6,5% a Milano, aumentato di mezzo punto su base annua. 

 

Il comunicato stampa della Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi

Scarica le slide

19/07/22
Categoria: Area media

Tipologia: Camera Commercio

 
Richieste e segnalazioni