• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • LinkedIn

Il Fondo di investimento immobiliare "Porta Romana" - promosso e gestito da Coima Sgr e sottoscritto da Covivio, Prada Holding e dal fondo Coima Esg City Impact - ha ottenuto dal Comune di Milano il permesso di costruire il Villaggio Olimpico per i Giochi Invernali 2026, a seguito della richiesta presentata a ottobre 2021. Contestualmente è stato firmato il contratto di appalto per la realizzazione dell’opera con un raggruppamento di imprese, formato da Impresa Cev SpA, Grassi e Crespi Srl e Milano SpA.

Entro metà gennaio inizieranno i lavori per la costruzione del Villaggio Olimpico che, durante i Giochi, ospiterà gli atleti. Dopo le Olimpiadi il Villaggio verrà restituito alla città, trasformando le residenze per gli atleti nel più grande studentato d’Italia realizzato in Edilizia Residenziale Sociale con circa 1700 posti letto.

Impresa CEVSpa, Grassi e Crespi Srl e Milani Spa realizzeranno le opere. A sostenere finanziariamente il progetto di riqualificazione dell’intera area è Intesa Sanpaolo, che ha concesso un sustainability linked loan di 250 milioni di euro legato al raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità in un determinato periodo di tempo.

“La firma delle convenzioni tra il Comune e gli operatori, e il rilascio del permesso di costruire, è un passaggio fondamentale. Come già emerso nelle recenti visite del Cio, questo dimostra il lavoro intenso che stiamo portando avanti per le Olimpiadi 2026 e il pieno rispetto delle tempistiche prefissate”, ha spiegato Giancarlo Tancredi, assessore alla Rigenerazione Urbana del Comune di Milano.

10/01/23
Categoria: Impresa e Istituzioni

Tipologia: Milano Provincia

 
Richieste e segnalazioni