• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • LinkedIn

È stato presentato mercoledì 31 marzo il masterplan vincitore per la realizzazione del Villaggio Olimpico di Milano-Cortina 2026 elaborato dal team Outcomist, Diller Scofidio + Renfro, Plp Architecture e Carlo Ratti Associati. L’area interessata dal progetto è l’ex scalo di Porta Romana che nei prossimi anni sarà soggetta a una riqualificazione totale. Il masterplan è stato predisposto secondo le linee guida del Comune di Milano e bandito dal Fondo di investimento immobiliare “Porta Romana” – promosso e gestito da COIMA SGR e sottoscritto da Covivio, Prada Holding e dal fondo COIMA ESG City Impact – in accordo con il Gruppo FS Italiane.

Il nuovo progetto propone un modello innovativo di integrazione tra spazi verdi e città: il cuore del progetto è rappresentato da Parco Romana, un prato naturale di 100.000 mq attorno al quale sorgeranno residenze, uffici, social housing, student housing e servizi, interconnessi a tutta l’area metropolitana tramite le stazioni della ferrovia e della metropolitana. Una connessione da Est a Ovest per creare maggiore permeabilità perseguendo l’ambizioso obiettivo di consentire ai residenti e ai visitatori di attraversare l'intera lunghezza dello Scalo. Residenze e spazi lavorativi vivono in simbiosi con il paesaggio naturale e le attività all'aperto; la pianificazione integrata del quartiere incentiva gli spostamenti pedonali, creando un‘area priva di automobili. Servizi essenziali e attività commerciali trovano ampio spazio diventando parte integrante e fondamentale del progetto.

L’area Sud Ovest del progetto sarà dedicata al villaggio olimpico di Milano Cortina 2026. Gli edifici per gli atleti saranno quanto più possibile semplici e regolari per consentirne la massima funzionalità. Una volta terminati i Giochi, verranno riconvertiti in student housing con circa 1.000 posti letto. La scelta di posizionare in questo quadrante il villaggio olimpico, condivisa da tutti i finalisti della competizione, è determinata dalla sua funzione temporanea e dalla destinazione residenziale futura che consentirà di mantenere un equilibrio generale del quartiere.

Il Masterplan vincitore è un documento orientativo e non vincolante. I progettisti avvieranno subito l’elaborazione della versione finale che i promotori si sono impegnati, nei confronti delle istituzioni, a presentare entro maggio mentre il progetto del villaggio olimpico sarà consegnato entro ottobre. Il termine dei lavori per il villaggio degli atleti, secondo quanto riportato in una nota di Coima, rimane a luglio 2025.

"Con la presentazione del masterplan di Porta Romana, il percorso di rigenerazione degli ex scali ferroviari compie un nuovo importante passo avanti – afferma il sindaco di Milano Giuseppe Sala - La realizzazione del progetto vincitore offrirà nuove opportunità all'intero quartiere e alla città, a cominciare da più verde e servizi. Nel 2026, in occasione dei Giochi olimpici invernali Milano-Cortina – continua Sala - quest'area ospiterà atleti provenienti da tutto il mondo e, a fine manifestazione, il villaggio olimpico lascerà spazio a residenze universitarie.”

Secondo Vincenzo Novari, ad della Fondazione Milano Cortina 2026: “Il percorso che comincia oggi e porterà alla trasformazione del Villaggio Olimpico per Milano Cortina 2026 in residenza universitaria incarna alla perfezione uno dei capisaldi che abbiamo messo alla base della nostra visione dei Giochi: il circolo virtuoso tra sostenibilità a 360 gradi e lascito di una infrastruttura per le generazioni future. Milano vuole e deve rialzare la testa dopo la pandemia e lo fa anche così – conclude Novari - mettendo a frutto i Giochi Invernali per offrire un’opportunità in più alla realizzazione del diritto allo studio dei nostri giovani”.

Per maggiori informazioni sul masterplan visita il sito ufficiale di Scalo di Porta Romana

Galleria fotografica

Il comunicato stampa del Comune di Milano

13/04/21
Categoria: Impresa e Istituzioni

Tipologia: Milano Provincia

 
Richieste e segnalazioni