• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • LinkedIn

Terna, società italiana operatrice delle reti di trasmissione dell’energia elettrica, ha programmato sette interventi in Lombardia, quattro a Milano e tre in Valtellina, per un totale di 100 milioni di euro. Un investimento per garantire la quantità di energia necessaria alle località olimpiche attraverso infrastrutture e collegamenti di rete.

A Milano, Terna collegherà con cavi invisibili quattro delle nuove cabine primarie di A2A, quelle funzionali all’alimentazione dei siti olimpici: Rogoredo, Trento, Mugello e San Cristoforo. Entro settembre 2025, a seguito dell’impegno preso con Fondazione Milano Cortina, questi interventi dovranno essere ultimati.

Anche in Valtellina, sede olimpica, sono previsti interventi strutturali. I più importanti coinvolgono Livigno, che oggi non è alimentata da alta tensione. In vista di Milano Cortina 2026, Enel ha deciso di anticipare la realizzazione di una cabina primaria per garantire la corretta alimentazione della località. L’infrastruttura Livigno-Premadio è la principale degli interventi di Terna previsti in Lombardia per le Olimpiadi 2026: sarà costituita da due linee parallele interrate lunghe 20 chilometri ciascuna, da realizzarsi a un’altitudine che raggiungerà gli oltre 1500 metri. Le autorizzazioni sono attese nei primi mesi del 2023.

Infine, sono previsti anche due interventi che riguardano l’ammodernamento della stazione di Premadio. Verrà rifatta e saranno cambiati tutti i collegamenti esistenti.

20/09/22
Categoria: Impresa e Istituzioni

Tipologia: Milano Provincia

 
Richieste e segnalazioni