• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

Un'Europa Sociale forte per le transizioni giuste

La Commissione Europea ha presentato una Comunicazione sulla costruzione di un'Europa sociale forte per transizioni giuste ed ha avviato la prima fase della consultazione della parti sociali (imprese e sindacati) riguardante salari minimi equi per i lavoratori dell'UE (collegamento).

La Comunicazione chiarisce che la Commissione Europea intende migliorare l'economia sociale di mercato dell'UE e promuovere l'attuazione del Pilastro Europeo dei Diritti Sociali come mezzo per garantire che la transizione a un'economia a impatto climatico zero, le trasformazioni derivate dalla digitalizzazione e il crescente cambiamento demografico siano socialmente equi e giusti.

In vista della redazione di un Piano d'Azione sull’attuazione del Pilastro Europeo dei Diritti Sociali, prevista per il 2021, la Commissione Europea presenta, all'interno di questa Comunicazione una serie di iniziative e consultazioni previste per il 2020 (salari minimi equi per i lavoratori dell'UE;una strategia europea per la parità di genere e misure vincolanti per la trasparenza delle retribuzioni; l'aggiornamento dell'agenda per le competenze per l'Europa; l'aggiornamento della garanzia per i giovani; un vertice sul lavoro mediante piattaforme digitali; un Libro verde sull'invecchiamento; una strategia per le persone con disabilità; una relazione demografica;un regime europeo di riassicurazione contro la disoccupazione) sulle quali richiede opinioni e progetti conseguenti a tutti i soggetti interessati.

Qui di seguito il cronoprogramma redatto dalla Commissione Europea.

ESFTG


 
 
Richieste e segnalazioni