• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

La Corte di Cassazione Civile, con recentissima ordinanza (n. 5338 del 22.02.2019) è stata chiamata a valutare, nel caso di vendita di un autoveicolo usato ancora munito di un permesso ZTL in corso di validità, se tale autorizzazione d’accesso all’area a traffico limitato si possa considerare, o meno, legata direttamente al veicolo e, conseguentemente, se sia utilizzabile dal nuovo proprietario della vettura.

Nel caso specifico, nella città di Roma, l’acquirente di una autovettura usata continuava ad utilizzare il permesso per accedere alla zona a traffico limitato della Capitale, poiché tale permesso era ancora apposto e collegato alla targa del mezzo, con validità ancora quinquennale.

La Suprema Corte ha così avuto modo di chiarire che è errato considerare il permesso di accesso nella zona a traffico limitato collegato al veicolo e non alla persona (il precedente proprietario godeva del permesso in quanto residente nel centro storico cittadino, a differenza dell’acquirente dell’autovettura).

L’ordinanza è a disposizione presso la Segreteria.

 

 

 

 

01/03/19
Categoria: Supporto fiscale e legale

Tipologia: Scenario nazionale