• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

Sì Lombardia: contributi per i lavoratori autonomi - "Finestre" dall'11 gennaio

Secondo avviso del bando

Regione Lombardia ha emesso il secondo avviso del bando “Si! Lombardia” rivolto ai lavoratori autonomi con partita Iva individuale attiva non iscritti al Registro delle Imprese (RI) particolarmente colpiti dalle restrizioni imposte dal contenimento del contagio del Covid-19.
Non possono presentare domanda i soggetti che svolgono attività in forma di impresa (es. ditta individuale) e che, pertanto, risultano iscritti al Registro delle Imprese. Ogni lavoratore autonomo richiedente può presentare una sola domanda. Non è possibile presentare domanda se si è già ottenuto l’indennizzo sull’Avviso 1, sull’Avviso 1 bis e sull’Avviso 1 ter per le microimprese.
I soggetti richiedenti devono possedere questi requisiti di ammissibilità alla data di presentazione della domanda:
- avere dichiarato l’inizio attività ad uno degli uffici locali dell'Agenzia delle Entrate ovvero ad un ufficio provinciale dell'imposta sul valore aggiunto della medesima agenzia;
- avere la partita Iva attribuita dall’Agenzia delle Entrate attiva;
- avere il domicilio fiscale in Lombardia, come risultante dall’Anagrafe Tributaria presso l’Agenzia delle Entrate;
- esercitare in via prevalente l’attività in uno dei settori riportati nella tabella dell’Appendice 1 del bando, sulla base del proprio codice Ateco prevalente comunicato all’Agenzia delle Entrate e risultante dai dati in possesso dall'Agenzia, secondo le disposizioni vigenti per lo svolgimento delle attività elencate, in particolare per le attività commerciali e artigianali per le quali è previsto lo svolgimento dell’attività esclusivamente in forma di impresa;
- avere subito un calo di fatturato di almeno un terzo nel periodo 1° marzo - 31 ottobre 2020 rispetto al medesimo periodo del 2019 oppure aver attivato la partita Iva a partire dal 1° gennaio 2019 (in questo caso non è richiesto il requisito del calo del fatturato).
E' previsto un contributo a fondo perduto una tantum pari a 1.000 euro a titolo di indennizzo per la situazione di particolare disagio, senza vincolo di rendicontazione di spese connesse.
Le domande per accedere al contributo possono essere presentate dall’11 gennaio 2021 secondo le 3 finestre indicate di seguito, ciascuna destinata a filiere e gruppi di beneficiari, come specificato nell’Appendice 1, ed entro il 15 gennaio 2021 ore 17.

Finestra 1 domande dall’11/01/2021 ore 11:
- filiera eventi (congressi, matrimoni, cerimonie, …);
- filiera trasporti persone.
Finestra 2 domande dall’11/01/2021 ore 15:
- filiera sport e intrattenimento bambini;
- filiera attività culturali.
Finestra 3 domande dal 12/01/2021 ore 11:
- commercio al dettaglio in sede fissa di abbigliamento e calzature;
- ambulanti con posteggi in aree di eventi, stadi e concerti;
- commercio effettuato per mezzo di distributori automatici;
- servizi degli istituti di bellezza;
- operatori del settore turistico.

Le domande di contributo devono essere inviate esclusivamente attraverso il portale Bandi online nelle finestre di apertura sopra riportate e tutti i requisiti sono oggetto di autocertificazione (non va allegato nulla). L’accesso a Bandi online può essere effettuato esclusivamente dall’utente lavoratore autonomo che intende richiedere l’indennizzo con due modalità alternative:
- tramite identità digitale SPID;
- tramite Tessera sanitaria/Carta nazionale dei servizi con PIN dispositivo.

MAGGIORI INFORMAZIONI CON LA PROPRIA ASSOCIAZIONE DI RIFERIMENTO

08/01/21
Categoria: Area media

Tipologia: Regione Lombardia

 
Richieste e segnalazioni