• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • LinkedIn

INTERVISTA AL PRESIDENTE DI CONFCOMMERCIO SUL CORRIERE DELLA SERA

Sangalli: consumi passo lento. Rateizzare il debito fiscale e più tempo per i prestiti

Serve un salto di competenze digitali

"In un'economia che si è rimessa in moto, ci sono molte imprese del terziario ancora a rischio, come le discoteche che sono ancora chiuse. E quei settori che stanno ripartendo lentamente, come la cultura e il turismo, torneranno ai livelli pre-Covid solo nel 2023. Con ripercussioni negative su consumi e livelli occupazionali": è l'analisi del presidente di Confcommercio Carlo Sangalli intervistato dal Corriere della Sera. "Il pericolo è che l'emergere delle varianti del virus e il riacutizzarsi dei contagi tolgano vigore alla ripresa...". "Il ritorno alla 'nuova normalità' non potrà prescindere da una rateizzazione di lungo termine del debito fiscale da Covid-19. E va affrontato il problema della riclassificazione dei prestiti bancari...". Occorre "...un salto di qualità sulle politiche attive per il lavoro: servono competenze adeguate alla grande trasformazione digitale e ecologica".

Leggi l'intervista

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

18/07/21
Categoria: Area media

Tipologia: Scenario nazionale

 
Richieste e segnalazioni