• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

Patente a punti: chiarimenti in merito all’applicazione della sanzione accessoria della decurtazione dei punti

La Direzione Generale Motorizzazione del Ministero dei Trasporti con nota n. 14380 del 13 giugno 2018 ha fornito alcuni chiarimenti in seguito alla recente Ordinanza n. 9270/2018 della Corte di Cassazione, ribadendo la non essenzialità della comunicazione di decurtazione e la centralità del verbale di accertamento quale unica fonte della decurtazione dei punti-patente.

In particolare, la Direzione ha evidenziato alcuni passaggi dell’ordinanza citata e precisamente:

  • l’applicazione della sanzione accessoria della decurtazione dei punti della patente di guida è conseguenza dell’accertamento costituito dal verbale di contestazione della violazione del codice della strada, che deve recare indicazione della decurtazione;
  • la comunicazione della variazione del punteggio a cura dell’Anagrafe nazionale è atto privo di contenuto provvedimentale, meramente informativo, la cui fonte è costituita dal verbale di contestazione;
  • il provvedimento di revisione della patente, che è atto vincolato all’azzeramento del punteggio, non presuppone l’avvenuta comunicazione delle variazioni di punteggio.

La nota è disponibile presso la Segreteria della Direzione.

 

28/06/18
Categoria: Area media

Tipologia: Scenario nazionale