• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

Confcommercio Milano e Sindacati: accordo territoriale “Milano Città Turistica” - Per picchi di stagione ed eventi fieristici più flessibilità nelle assunzioni a tempo determinato

Applicazione delle deroghe al decreto dignità stabilite per le attività stagionali

Assumere lavoratori a tempo determinato in particolari periodi dell’anno, applicando le deroghe al decreto dignità stabilite per le attività stagionali. Lo prevede l’accordo “Milano Città Turistica”, valido per il territorio comunale milanese, siglato da Confcommercio Milano con Filcams - Cgil, Fisascat - Cisl e Uiltucs Uil di Milano. L’intesa dà attuazione alla specifica regolamentazione sui contratti a tempo determinato prevista dal CCNL Terziario. L’accordo consente di superare i limiti di durata nonché di poter prorogare e rinnovare i contratti a termine in assenza di causali per un massimo di 36 mesi.
L’intesa è usufruibile dalle imprese del commercio associate a Confcommercio Milano che applicano integralmente il Contratto del Terziario e che versano la contribuzione all’Ente Bilaterale Ebiter Milano.
Le imprese della distribuzione commerciale (ma anche altre attività come chi opera nei musei, in luoghi e monumenti storici, i parcheggi e le autorimesse, gli organizzatori di convegni e il noleggio di autoveicoli), potranno assumere lavoratori a tempo determinato nei picchi di stagionalità: dall’ultima domenica di novembre alla terza domenica di gennaio (shopping delle festività natalizie e saldi), dalla domenica precedente a quella successiva la Pasqua, dal 1° giugno al 30 settembre (saldi estivi, afflusso di turisti).
Le imprese potranno inoltre assumere lavoratori a tempo determinato anche per la partecipazione a fiere ed eventi che si svolgeranno nelle aree di Fieramilanocity e di Rho – Pero.
“L’accordo firmato con i Sindacati va nella direzione di una Milano più attrattiva – sottolinea Umberto Bellini, vicepresidente di Confcommercio Milano – e permette ai datori di lavoro di gestire i picchi dell’attività lavorativa rispondendo concretamente alle esigenze di flessibilità delle imprese associate alla nostra organizzazione”. Una flessibilità derivante dalla crescita dei flussi turistici tradizionali (oltre un milione di visitatori a settembre con un + 17% rispetto allo stesso mese del 2018) e di quelli emergenti legati alla cultura, a manifestazioni ed eventi. Uno strumento contrattuale molto utile anche per affrontare in prospettiva la sfida delle Olimpiadi invernali 2026.
“Con questo accordo – evidenzia Bellini - grazie alle deroghe alle percentuali massime di assunzione previste dalla legge, si punta ad incrementare l’occupazione di qualità, valorizzando le competenze, la professionalità e l’esperienza acquisita dai dai lavoratori”.

07/11/19
Categoria: Area media

Tipologia: Milano Provincia