• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

Il documento di programmazione delle attività di vigilanza dell’Ispettorato per il 2019

L’Ispettorato Nazionale del Lavoro (INL) ha reso noto il documento di programmazione dell’attività di vigilanza per il 2019. 

Tra i vari ambiti di verifica da parte dell’Ispettorato, particolare attenzione sarà rivolta alla vigilanza in materia di lavoro a tempo determinato, la cui disciplina è stata modificata dal c.d. Decreto Dignità. 

In particolare, saranno osservate le imprese di medie e grandi dimensioni che fanno ampio e frequente ricorso a tale tipologia contrattuale, verificando il rispetto dei limiti numerici e, laddove previste, delle esigenze che giustificano il ricorso al contratto a tempo determinato. 

Attenzione verrà posta da parte dell’Ispettorato ai temi de:

  • lavoro nero
  • esternalizzazioni illecite
  • distacco transnazionale
  • corretta qualificazione dei rapporti di lavoro
  • tirocini
  • lavoro occasionale
  • controlli connessi all’attivazione del reddito di cittadinanza 

Inoltre, l’Ispettorato rafforzerà la propria attività anche attraverso il ricorso all’istituto della diffida accertativa, finalizzato alla soddisfazione delle pretese patrimoniali dei lavoratori nei confronti dei datori di lavoro. Attraverso il corretto utilizzo della diffida accertativa il personale ispettivo potrà assicurare il rispetto dei contratti collettivi stipulati dalle organizzazioni sindacali comparativamente più rappresentative, con specifico riferimento all’inquadramento dei lavoratori ed alla corretta applicazione dei minimi retributivi.

Apri link


 
Richieste e segnalazioni