• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

In tema di condominio di edifici, il muro di recinzione che delimita un giardino di proprietà esclusiva non è da ritenersi, di per sé, incluso fra le parti comuni dell’edificio, seppur detto giardino risulti inserito in un complesso condominiale.

Di conseguenza, in ordine all’onere di ripartizione delle relative spese, il muro di cui sopra potrà ritenersi ricompreso nelle parti comuni solo qualora ne risulti, effettivamente, la destinazione al necessario uso comune, ovvero qualora sussista un titolo negoziale (ad esempio un regolamento condominiale di natura contrattuale) che consideri il medesimo di proprietà comune e non individuale.

Tale principio di diritto è stato recentemente ribadito dalla Corte di Cassazione Civile, con ordinanza n. 22155/2018  

 

09/10/18
Categoria: Supporto fiscale e legale

Tipologia: Scenario nazionale