• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

La fissazione di un termine di durata in un contratto d’opera professionale non esclude la facoltà di recesso, prevista a favore del cliente, dal primo comma dell'art. 2237 del codice civile.

Solo in presenza di una clausola contrattuale, in cui le parti contraenti pattuiscono di avere previsto la determinazione del termine di durata contrattuale al fine di escludere la possibilità di scioglimento del contratto prima della scadenza pattuita, ovvero, la facoltà di recesso del cliente, potrà comportare detto effetto.

 

Il testo della sentenza n. 25668 del 15.10.2018 è disponibile cliccando qui.

 


 

 


 

 

 

 

 

25/10/18
Categoria: Supporto fiscale e legale

Tipologia: Scenario nazionale