Appalti Verdi Pubblica Amministrazione

Appalti Verdi della Pubblica Amministrazione - Veicoli per il Trasporto su Strada
Un appalto della pubblica amministrazione viene considerato verde se il bando di gara dalla stessa emanato contiene norme che fissano determinate condizioni ambientali per un dato settore.
Le imprese che intendono partecipare alla gara per fornire beni o servizi al committente pubblico dovranno rispettare le condizioni ambientali stabilite dal bando.
Il sistema degli appalti verdi della pubblica amministrazione è un sistema volontario, normato, a livello europeo, da due principali direttive: la direttiva 2004/18/ce e la direttiva 2004/17/ce, che introducono la possibilità di inserire la "variabile ambientale" come requisito degli appalti e criterio di aggiudicazione, e che sono state recepite nel nostro paese con D.Lgs. 163/2006, il codice degli appalti pubblici di lavori, servizi e forniture. 

Il codice degli appalti pubblici non rende obbligatoria la pratica degli acquisti verdi, ma dà la possibilità a tutte le amministrazioni ed agli enti locali di effettuare, negli acquisti, scelte ambientalmente e socialmente preferibili, sulla base di “nuovi” parametri comportamentali “suggeriti” dalla normativa del codice in questione.

beni e servizi oggetto degli “appalti verdi” da parte della pubblica amministrazione sono i seguenti:
carta, tessili, arredi per ufficio, servizi di ristorazione e serramenti interni, illuminazione pubblica e apparecchiature informatiche, servizi energetici per gli edifici, veicoli per il trasporto su strada.
Da ultimo, con D.M. 10 aprile 2013, all’elenco si aggiunge l’aggiornamento relativo a carta per copia e carta grafica.

Con riguardo, in particolare, all’acquisto di veicoli adibiti al trasporto su strada, in questo caso, “l’acquisto verde”diventa per le pubbliche amministrazioni criterio obbligatorio da adottare nella stesura dei bandi, mediante la previsione di norme in base alle quali le pubbliche amministrazioni appaltanti debbano tener conto, tra l’altro, dell’impatto energetico e dell’impatto ambientale (emissioni di co2 e di altre sostanze inquinanti) dei veicoli nell’intero arco di vita di questi: e’ quanto ha stabilito il D.Lgs. 24/2011, in recepimento della Direttiva 2009/33/CE sulla promozione di veicoli a ridotto impatto ambientale e a basso consumo energetico nel trasporto su strada. 
Restano esclusi dall’ambito degli appalti verdi i veicoli adibiti al trasporto di rifiuti.