• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

Case e appartamenti per vacanze, compresi gli alloggi dati in locazione per finalità turistica: prorogato al 1° novembre 2018 l’obbligo del Codice Identificativo di Riferimento

Il Consiglio regionale della Lombardia ha approvato la legge sull’assestamento di bilancio che prevede anche la proroga dal 1° settembre al 1° novembre 2018 dell’obbligo di indicare il codice identificativo di riferimento (CIR) per le case e appartamenti per vacanze (CAV), compresi gli alloggi dati in locazione per finalità turistica.

Si ricorda, infatti, che, a decorrere dalla data sopra indicata, i soggetti che esercitano attività di intermediazione immobiliare, nonché quelli che gestiscono portali telematici, e che pubblicizzano, promuovono o commercializzano le suddette attività ricettive (CAV), compresi gli alloggi o le porzioni di alloggi dati in locazione per finalità turistiche, devono pubblicare il CIR per ogni singola unità ricettiva sugli strumenti utilizzati nella pubblicità, promozione e commercializzazione dell’offerta sia che avvenga con scritti, stampati o supporti digitali sia con qualsiasi altro mezzo all’uopo utilizzato.

Con riguardo alla disciplina del CIR, approvata con D.G.R. n. 280/2018, si rinvia alla LegaleNews n. 6/2018.

Il testo della legge regionale è in attesa di pubblicazione sul BURL.

08/08/18
Categoria: Area media

Tipologia: Scenario nazionale

 
Richieste e segnalazioni