EMA

Milano e la sfida dell’Ema

Presentato a Palazzo Pirelli il dossier per la candidatura. Sangalli: la sfida si vince credendo fortemente nel progetto e portandolo avanti uniti

ll Governo con il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, insieme a Regione Lombardia con il governatore Roberto Maroni e Comune di Milano con il sindaco Giuseppe Sala,  ha presentato a Milano nella sede del Pirellone il dossier di candidatura per ospitare Ema, l’agenzia del farmaco che, dopo la Brexit, dovrà trovare una nuova collocazione in uno dei paesi dell’Ue. Il Governo italiano presenterà entro il 31 luglio un dossier in cui vengono valorizzati gli aspetti principali di Milano. A descriverli oggi a Palazzo Pirelli è stato Enzo Moavero Milanesi, consigliere del presidente del Consiglio Gentiloni per la promozione della città come sede dell’Ema. Palazzo Pirelli, sede del Consiglio di Regione Lombardia, è stato candidato come sede per Ema e per i suoi 890 dipendenti.

«Presenteremo entro la fine del mese un dossier molto competitivo – ha affermato Gentiloni -, perché competitive sono Milano e la Lombardia, ma anche perché si è lavorato insieme e sono state trovate soluzioni intelligenti. Siamo di fronte ad una grande opportunità ».

Per il sindaco Giuseppe Sala «Milano non ha paura di affrontare questa sfida perché vive in quanto città internazionale”. L’aggiudicazione di Ema “Sarebbe una consacrazione internazionale meravigliosa e noi ci aspettiamo che Gentiloni lotti come un leone per portarla a casa». Milano e la Lombardia «meritano questo riconoscimento”.

 "La sfida dell’Ema si vince credendo fortemente nel progetto e portandolo avanti uniti. La presenza a Milano del Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, è dunque un importante segnale di fiducia. Il mondo delle imprese, anche alla luce dei recenti dati positivi dell’economia milanese, è pronto a fare la sua parte. In particolare va rilevato che l’accoglienza dei 900 funzionari Ema, e delle loro famiglie, è l’altro pilastro strategico della candidatura insieme alla scelta della sede"- ha sottolineato Carlo Sangalli, presidente della Camera di commercio di Milano e Confcommercio Milano

"Milano è il luogo ideale per l’Ema” ha affermato Maroni “anche per il contesto in cui è inserita, quello lombardo” con 13 università e 56 facoltà scientifiche. 

ll Governo con il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, insieme a Regione Lombardia con il governatore Roberto Maroni e Comune di Milano con il sindaco Giuseppe Sala,  ha presentato a Milano nella sede del Pirellone il dossier di candidatura per ospitare Ema, l’agenzia del farmaco che, dopo la Brexit, dovrà trovare una nuova collocazione in uno dei paesi dell’Ue. Il Governo italiano presenterà entro il 31 luglio un dossier in cui vengono valorizzati gli aspetti principali di Milano. A descriverli oggi a Palazzo Pirelli è stato Enzo Moavero Milanesi, consigliere del presidente del Consiglio Gentiloni per la promozione della città come sede dell’Ema. Palazzo Pirelli, sede del Consiglio di Regione Lombardia, è stato candidato come sede per Ema e per i suoi 890 dipendenti.

«Presenteremo entro la fine del mese un dossier molto competitivo – ha affermato Gentiloni -, perché competitive sono Milano e la Lombardia, ma anche perché si è lavorato insieme e sono state trovate soluzioni intelligenti. Siamo di fronte ad una grande opportunità ».

Per il sindaco Giuseppe Sala «Milano non ha paura di affrontare questa sfida perché vive in quanto città internazionale”. L’aggiudicazione di Ema “Sarebbe una consacrazione internazionale meravigliosa e noi ci aspettiamo che Gentiloni lotti come un leone per portarla a casa». Milano e la Lombardia «meritano questo riconoscimento”.

 "La sfida dell’Ema si vince credendo fortemente nel progetto e portandolo avanti uniti. La presenza a Milano del Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, è dunque un importante segnale di fiducia. Il mondo delle imprese, anche alla luce dei recenti dati positivi dell’economia milanese, è pronto a fare la sua parte. In particolare va rilevato che l’accoglienza dei 900 funzionari Ema, e delle loro famiglie, è l’altro pilastro strategico della candidatura insieme alla scelta della sede"- ha sottolineato Carlo Sangalli, presidente della Camera di commercio di Milano e Confcommercio Milano

"Milano è il luogo ideale per l’Ema” ha affermato Maroni “anche per il contesto in cui è inserita, quello lombardo” con 13 università e 56 facoltà scientifiche. 

 

Scarica il dossier

24/07/17
Categoria: News

Tipologia: Scenario nazionale