• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

Con MeglioMilano “Prendi in casa uno studente”

In Camera di Commercio il punto dopo 14 anni di attività

Bilancio dell’attività svolta con un evento a Milano, in Camera di Commercio, per “Prendi in casa uno studente”, il progetto di coabitazione intergenerazionale per uno scambio di aiuto, compagnia e alloggio sostenuto e condiviso da tutte le università milanesi e da accademie e scuole di formazione cittadine. E’ stato ideato nel 2004 da MeglioMilano, associazione non profit fondata nel 1989 da Camera di Commercio, Confcommercio Milano e Automobile Club di Miliano.
Alcuni numeri: dopo 14 anni di attività più di 6.500 sono gli studenti che hanno chiesto di partecipare, oltre 600 nell’ultimo anno; 630 le convivenze studente-anziano avviate (30 nel 2017) e il 97% dei partecipanti è soddisfatto della convivenza.
Tra i benefici più evidenti la conoscenza di una generazione diversa dalla propria (81%), la sensazione di sentirsi utili (73%) e la possibilità di conoscere meglio la città (67%). Resta invariata l’autonomia nel gestire i propri impegni, testimonianza che la convivenza è un arricchimento più che un limite alla propria quotidianità.
"Si tratta di uno dei progetti più longevi di MeglioMilano e di un traguardo importante per un'iniziativa di solidarietá tra generazioni - ha affermato Simonpaolo Buongiardino, presidente di MeglioMilano - crediamo molto nella forza di questa modalità di incontro e aiuto reciproco e siamo consapevoli delle sue grandi potenzialità. Per questo continuiamo a lavorare per allargare la partecipazione di giovani e anziani, per creare nuove sinergie sul territorio e favorire la nascita di iniziative simili anche in altri contesti".
Grazie, poi, al contributo ricevuto per l’anno 2017/2018 da Fondazione Cariplo, si è potuto strutturare al meglio l’iniziativa. Tra le novità: l’avvio di un servizio di counseling, singolo e di gruppo, gestito dalla dottoressa Lucia Ivona. Sono stati organizzati diversi incontri per stimolare la condivisione delle esperienze, facilitare il confronto tra anziani e studenti e capire insieme quali siano le modalità migliori per affrontare la quotidianità; la realizzazione di un sito web dedicato che, oltre ad essere punto informativo per chi è interessato a partecipare, avrà al suo interno contenuti legati ai temi dello scambio intergenerazionale, dell'abitare collaborativo, delle capacità attrattive e di accoglienza della città; l’introduzione di un contributo di adesione al progetto, importante per sostenere parte dei costi e garantire maggiore sostenibilità economica al progetto; la creazione di una piattaforma gestionale dedicata, fondamentale per snellire le procedure di raccolta delle adesioni, la valutazione dei profili, l'individuazione dei possibili matching e la gestione delle convivenze; la creazione di sinergie sul territorio per individuare agevolazioni e occasioni di socializzazione per i partecipanti.
In questo solco si inserisce la partnership con Ubeeqo, il primo car sharing station based di Milano che si pone come soluzione sostitutiva dell’auto di proprietà e che ha sede anche in altre 8 città europee tra cui Parigi, Londra e Madrid. Gli studenti fuori sede che aderiscono al progetto, compresi i neopatentati, potranno avere condizioni vantaggiose di prenotazione.

Tutte le informazioni per partecipare al progetto sono consultabili sul sito di MeglioMilano.

Leggi l'articolo pubblicato su Il Corriere della Sera.

23/05/18
Categoria: Area media

Tipologia: Milano Provincia

 
Richieste e segnalazioni