Iva, il temuto aumento non ci sarà

Sangalli:evitato l'inverno dei consumi

Iva: lo scongiurato aumento - confermato dal ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda all’assemblea di Confcommercio - è un grande risultato ottenuto da Confcommercio con un'azione di pressing costante portata avanti in primis dal presidente Carlo Sangalli. Ma occorre tenere alta la guardia.

“Ci preoccupano – ha precisato Sangalli – tutte le ipotesi di scambio tra aumento dell’Iva ed altre misure fiscali. L’aumento dell’Iva non è barattabile. Convinti come siamo che, con l’aumento dell’Iva scenderebbe il ‘grande inverno’ dei consumi sul nostro Paese. Convinti come siamo che aumentare l’Iva significherebbe far crescere il già insostenibile peso fiscale su famiglie e imprese, penalizzare i redditi più bassi e, quindi, rinunciare ad ogni credibile prospettiva di sviluppo. E’ una battaglia giusta. E le battaglie giuste sono quelle per cui vale la pena combattere. E continueremo a farlo. Per noi e per tutti”.

Ulteriore successiva conferma è venuta dal ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan riguardo all’eliminazione delle clausole di salvaguardia che avrebbero portato all’aumento dell’Iva: "L'eliminazione definitiva delle clausole di salvaguardia in un quadro di ripresa che tende a consolidarsi è certamente una buona notizia – ha commentato il presidente Carlo Sangalli - perché introduce quei nuovi e necessari elementi di fiducia di cui il Paese ha bisogno”.

 

04/12/17
Categoria: News

Tipologia: Scenario nazionale