• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

Lo stabile è del 1800, ha  una superficie lorda di 2.300 mq disposta su 5 piani, e presenta ancora le caratteristiche tipiche delle case di ringhiera milanesi che si sviluppano attorno a una corte interna. E' stato dichiarato di interesse storico-artistico.  E' presente infatti un vincolo storico-artistico sull’intero edificio e un vincolo ambientale per il corpo “nobile” che si affaccia sul Naviglio, pertanto i lavori di ristrutturazione dovranno avere la preventiva autorizzazione delle Soprintendenza ai Beni Culturali e Paesaggistici.

All’assegnazione dell’immobile possono partecipare imprese individuali, società commerciali, società cooperative, consorzi e raggruppamenti temporanei di imprese costituiti o costituendi. La concessione del diritto di superficie potrà avere una durata minima di 30 anni e massima di 50, mentre, il contributo di concessione annuale è fissato in 50mila euro a base d’asta.

L’immobile ospiterà per il 70% della superficie disponibile un’attività ricettiva di ostello, cui si potranno affiancare per il restante 30% altre attività: culturali, didattiche, espositive; ricreative, sportive e associate al tempo libero; artigianali; servizi alla persona; commerciali; ristorative e di somministrazione di cibi e bevande. Queste ultime, in special modo, potranno essere rivolte alla città oltre che essere funzionali all’attività ricettiva.

Tutte le informazioni e i termini per la presentazione delle domande di partecipazione sono disponibili nella sezione Bandi e Avvisi di gara.
 
23/05/14
Categoria: Impresa e Istituzioni

Tipologia: Milano Provincia