• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

http://lightstorage.ecodibergamo.it/mediaon/cms.ecodibergamo/storage/site_media/media/photologue/2014/7/28/photos/cache/expo-e-cultura-sgarbi-ambasciatore-voglio-a-milano-i-bronzi-di-riace_5c6712fa-164c-11e4-be8a-e0274910bb6d_display.jpg

Il critico d’arte Vittorio Sgabri è stato nominato ambasciatore Expo Milano 2015 per le belle arti dal presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni.

Sgabri ha presentato lunedì 28 luglio presso Palazzo Lombardia alcuni progetti per valorizzare la Lombardia nel campo dell’arte in vista di Expo 2015.

"Milano è la più grande città d'arte del Nord Italia ed è la quarta città italiana dopo Firenze, Roma e Venezia per patrimonio artistico. Pensate solo che Milano ha un patrimonio artistico più importante di una città come New York. E la Lombardia ha un patrimonio artistico immenso", ha commentato Sgarbi.

Il professore si è soffermato, per quanto concerne Milano, sull'ampliamento della fruibilità, anche in termini di orari di visite, di alcuni luoghi simbolo come il Castello Sforzesco e il Cenacolo Viniciano, o palazzi storici nel cuore cittadino, che custodiscono opere di immenso valore, ma poco conosciute al grande pubblico, come Palazzo Bagatti Valsecchi, Palazzo Clerici o Palazzo Litta.

Venerdì 25 luglio è stata approvata una delibera in Giunta regionale con la quale il professor Sgarbi è stato nominato membro del Consiglio di amministrazione del museo di Palazzo Bagatti Valsecchi, con l'indicazione non vincolante al Consiglio stesso di eleggerlo presidente.

Sgarbi ha anche proposto di portare a Milano, durante il semestre dell'Expo, alcune opere pittoriche dei più celebri maestri rinascimentali o post rinascimentali, ospitati alla Galleria degli Uffizi di Firenze, e persino i Bronzi di Riace, in modo che questi tesori dell'arte possano essere ammirati dai milioni di visitatori che si troveranno a Milano in quel periodo.

28/07/14
Categoria: Impresa e Istituzioni

Tipologia: Regione Lombardia