• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

Presentato a Palazzo Marino il 9 dicembre il piano di rinnovamento della rete elettrica elaborato dal Comune di Milano e A2A.

La società partecipata direttamente dal Comune investe 13 milioni di euro per avviare un piano straordinario di sostituzione dell'intero parco giunti sulle reti elettriche di Milano.

Complessivamente oltre 10mila giunti saranno sostituti nel giro di 3/4 anni dopo i 3.500 già sistemati negli ultimi tre anni. L'accelerazione del piano, sia in termini procedurali sia operativi, è stata decisa dopo il luglio da record registrato quest'anno - con un picco di carico sulla rete che ha toccato i 1.625 MW - che ha causato un anomalo incremento del numero di guasti sulla rete cittadina. Guasti che quasi totalmente sono riconducibili all'invecchiamento proprio dei giunti.

Per realizzare questo piano straordinario, con i giunti sostituiti che passano da 1.000 a 3.000 all'anno, A2A ha concordato con il Comune di Milano una procedura semplificata per l'ottenimento delle autorizzazioni agli scavi necessari per il lavoro. Verranno minimizzati, ha assicurato la società, i disagi per la città: gli scavi saranno di dimensioni ridotte (10/20 mq) e solo sui marciapiedi e gli interventi (previsti 50 scavi in contemporanea) verranno realizzati in zone distanti tra di loro così da ridurre l'impatto sulla viabilità. Minimizzati anche i tempi: la durata massima degli scavi sarà di 15 giorni (più altri 15 giorni per il ripristino del manto).

"Questo piano" - ha spiegato l'assessore ai Lavori pubblici e Arredo urbano, Carmela Rozza - dimostra l'attenzione che A2A ha per la città di Milano e il suo impegno è stato riconosciuto. Questo piano minimizza gli impatti e accelera i tempi di sostituzione dei giunti”.

 

 

 

09/12/15
Categoria: Impresa e Istituzioni

Tipologia: Scenario nazionale