• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

Dal birrificio artigianale alla società che ha sviluppato app dedicate alle esigenze delle moderne donne multitasking, dalla realtà aumentata applicata ai beni culturali alla piattaforma per la vendita online dei prodotti agricoli a km zero. E poi la tecnologia nel campo dell’assistenza alle malattie neurodegenerative e respiratorie, la testata online dedicata ai temi della finanza e del crowdfunding, la piattaforma per lo scambio dell’usato griffato e il progetto di supporto logistico ad una campagna olimpica trasformatosi col tempo in ricerca e promozione della sostenibilità ambientale. Sono alcune delle 1.139 imprese, tra start up e PMI, che operano nel campo dell’innovazione tecnologica in Lombardia e pesano il 22% sul totale italiano di 5.163. 

Milano è la provincia più innovativa con 764 imprese, pari al 67% regionale e al 15% italiano. La seguono a livello regionale Brescia (98 imprese innovative, 8,6% lombardo), Bergamo (84, 7,4%), Monza e Brianza (38) e Pavia (32) e in Italia Roma (8,5%), Torino (5%), Napoli e Bologna. Emerge da un’elaborazione Camera di commercio di Milano su dati registro imprese al 25 gennaio 2016.

L’Italia è il secondo Paese per i progetti finanziati a livello europeo a novembre 2015. Sono stati 37 su 236 domande presentate. Dopo la Spagna e davanti al Regno Unito, l’Italia è al secondo posto in Europa,185 domande sono state finanziate su 2057 proposte. I dati riguardano novembre 2015.

In allegato l’elaborazione della Camera di commercio di Milano su dati del registro imprese al 25 gennaio 2016

31/03/16
Categoria: Impresa e Istituzioni

Tipologia: Regione Lombardia