• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

Un passaggio di testimone tra Milano e Astana, capitale del Kazakistan che ospiterà l’Expo 2017 e porterà anche nuove opportunità commerciali per le imprese lombarde. Supera già i 600 milioni l’interscambio regionale con questo Paese asiatico, 376 milioni di import, soprattutto idrocarburi e metalli e circa 253 milioni di export, un terzo del totale italiano, con in testa macchinari (+2,4%), prodotti in metallo (+10,9%) e apparecchi elettrici (+85,1%). Pavia per idrocarburi e Cremona per metalli le prime province dell’import. Milano con 123 milioni è la più attiva nell’export grazie soprattutto ai macchinari, ai metalli e all’abbigliamento, seguita da Bergamo con 41,7 milioni (+27,3%), specializzata in prodotti in metallo. Superano i 20 milioni anche Monza e Brianza (+27,7%) e Varese, che esportano soprattutto apparecchi elettrici e macchinari.

Emerge da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano su dati Istat anni 2015 e del 2014.

Promos, azienda speciale per le attività internazionali della Camera di commercio di Milano organizza, da giugno a dicembre, un “percorso impresa” di sviluppo commerciale in Kazakistan dedicato alle aziende dei settori abbigliamento, calzature, prodotti alimentari, mobili, gioielleria, meccanica e costruzioni, interessate ad approfondire le opportunità offerte dal mercato kazako, anche in vista di Expo Astana 2017. L’iniziativa prevede un viaggio d’affari nel mese di settembre, a cui seguirà un’attività di follow up commerciale sui contatti selezionati incontrati in loco.

In allegato lo studio della Camera di commercio di Milano

10/06/16
Categoria: Impresa e Istituzioni

Tipologia: Regione Lombardia