• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

Mancano poco meno di 60 giorni all’apertura della 56a edizione del Salone del Mobile, uno degli eventi più importanti di Milano che si va ad inserire in un palinsesto primaverile molto ricco quest’anno.

Milano si conferma la vetrina d’eccellenza della qualità e innovazione del settore e l’appuntamento internazionale degli addetti ai lavori, e non solo, si riconferma capace di attrarre con la sua completa e ampia offerta merceologica – dagli arredi alle luci agli ambienti di lavoro – oltre 300.000 visitatori da più di 165 Paesi e far parlare di sé più di 5.000 giornalisti da tutto il mondo.

Sono 5 le manifestazioni che si svolgeranno in contemporanea da martedì 4 a domenica 9 aprile presso il quartiere Fiera Milano a Rho con apertura agli operatori tutti i giorni dalle 9.30 alle 18.30, e nelle giornate di sabato e domenica anche al pubblico: Salone Internazionale del Mobile, Salone Internazionale del Complemento d’Arredo, Euroluce, Workplace3.0 e SaloneSatellite.

Secondo i dati elaborati dal Centro Studi Federlegno Arredo Eventi, l’export nei primi dieci mesi del 2016 conferma il suo ruolo di punto di forza per lo sviluppo delle imprese italiane dell’arredo e dell’illuminazione: le vendite generate all’estero, infatti, tra gennaio e ottobre dello scorso anno hanno superato gli 11 miliardi di euro, con segnali di crescita importanti soprattutto in Francia (+5,3%), Stati Uniti (+8,1%) e Cina (+18,4%).

Durante la conferenza stampa sono intervenuti Roberto Snaidero, presidente del Salone del Mobile, il sindaco di Milano Giuseppe Sala e Giovanni Sacchi, direttore dell’Ufficio di Coordinamento Promozione del Made in Italy dell’ICE,  agenzia che ha partecipato ulteriormente alla sponsorizzazione della settimana anche in Russia, Iran, mercati prioritari dell’export italiano. Ha coordinato gli interventi Enrico Bertolino.

Il sindaco Sala ha dichiarato: “Milano si farà trovare pronta e sempre più all’altezza di questo straordinario appuntamento internazionale. E’ una grande opportunità soprattutto per i molti giovani che vivono a Milano e vogliono trovare elementi di arredamento a prezzi modici per le loro abitazioni”. A margine ai giornalisti presenti il primo cittadino ha dichiarato che c’è un altissimo numero di laureti in design che trovano lavoro e un numero significativo di laureati stranieri che decidono di rimanere a Milano. “A prova che questo settore genera buone prospettive del futuro della città” - ha concluso Sala.

Per maggiori informazioni: link

In allegato il comunicato stampa

08/02/17
Categoria: Impresa e Istituzioni

Tipologia: Milano Provincia