• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

Finanziati 37 progetti con il Bando Innovacultura partito a dicembre 2014, promosso da Regione Lombardia, Camera di commercio di Milano, Camera di commercio di Monza e Brianza, Camera di commercio di Lecco, Unioncamere Lombardia, Fondazione Cariplo. Assegnati 1 milione e 310 mila euro a 37 istituzioni culturali lombarde con benefici per le oltre 100 imprese culturali creative coinvolte come fornitori.

I progetti finanziati tramite il crowdfunding sono stati diversi: il restauro della Via Crucis, le installazioni interattive su Leonardo, l'applicazione mobile interattiva e multilingue per il museo di Milano, la digitalizzazione della biblioteca, l’insegnamento ai bambini su come si realizza un audiovisivo, il festival musicale di Mantova che va in streaming, il centro culturale multimediale (app, web, social, realtà aumentata, ebook, esplorazioni tattili), il viaggio sonoro nella casa natale del compositore, gli spettacoli di marionette legati alle opere liriche per le scuole, l’applicativo web per consentire al pubblico di aggregarsi online per organizzare proiezioni nelle vicine sale in tempo reale, la biblioteca social e interattiva con gli utenti.

La prima presentazione dei progetti si è svolta il 26 febbraio nella Sala Biagi di Palazzo Lombardia. La prossima sarà il 4 marzo sempre nella medesima sede.  Tra le istituzioni beneficiarie di Innovacultura: 5 sono di Bergamo, 7 di Brescia, 3 di Lecco, 3 di Mantova, 3 di Monza e Brianza, 13 di Milano, 2 di Pavia, 1 di Varese.  I progetti premiati, secondo la commissione valutatrice, hanno generato innovazione dell’offerta culturale lombarda, attraverso la collaborazione delle istituzioni culturali con imprese del settore culturale e creativo. Tra le azioni messe in moto dal bando nel settore cultura: nuove campagne di comunicazione, nuovi servizi per target “deboli” come bambini, anziani, stranieri e persone con disabilità, modelli di governance pubblico-privato, strategie di “audience engagement” applicate al patrimonio culturale materiale e immateriale lombardo.

In Lombardia operano 84 mila imprese del sistema produttivo culturale, di cui 39 mila a Milano, il 19% di tutta Italia, che danno lavoro a 308 mila persone su 1,4 milioni di persone in Italia, il 6,5% del totale degli occupati in regione. Un settore che vale 20,2 miliardi di euro, il 6,2% della ricchezza prodotta in regione. Ma che quasi triplica a 55 miliardi considerando un effetto moltiplicatore pari a 1,7: per ogni euro prodotto dalla cultura, cioè, se ne attivano 1,7 in altri settori come principalmente il Turismo. Emerge da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano sui dati Fondazione Symbola e Unioncamere, rapporto 2015, per i settori: industrie culturali, industrie creative, performing arts e arti visive, attività legate alla gestione del patrimonio storico artistico e produzioni di beni e servizi a driver creativo.

A Milano e Como il valore aggiunto del Sistema Produttivo Culturale sul totale dell’economia è di circa il 7% mentre a Bergamo, Lecco e Varese è di il 6%. Tutte sopra la media italiana del 5,4%, con cui è in linea Lodi. Il valore è quello diretto e senza effetto moltiplicatore indotto. Le imprese del sistema produttivo culturale sul totale dell’economia a Milano, Como e Lecco pesano il 10%, a Varese l’8%.  La media italiana è del 7,3%. L’occupazione del sistema produttivo culturale sul totale dell’economia a Como e Milano forma l’8%, a Lecco e Bergamo 6% in linea con la media italiana del 5,9%. 

 

 

 

 

 

 

 

26/02/16
Categoria: Impresa e Istituzioni

Tipologia: Regione Lombardia