• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

La RegioneLombardia stanzia 11 milioni di euro a sostegno del turismo e del commercio per aumentare l’attrattività del territorio lombardo in vista di Expo Milano 2015.

Lo prevede una delibera regionale, approvata il 4 aprile, sui Distretti dell'Attrattività della Lombardia in vista dell'Esposizione Universale e illustrata dal Presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni assieme all’assessore regionale al Commercio, Turismo e Terziario Alberto Cavalli.

"Questa misura ha molti caratteri d'innovazione, quello più significativo è che, per la prima volta, si procede a un'iniziativa di carattere integrato tra commercio e turismo, per aumentare l'attrattività del territorio lombardo, anche in vista di Expo", ha dichiarato Alberto Cavalli.

Gli 11 milioni di euro, stanziati sul bilancio 2014-2015, saranno distribuiti su due misure:

  • una di 4 milioni a favore dei Comuni capoluogo, esclusa Milano, che ha già beneficiato in via sperimentale di un analogo intervento;
  • una di 7 milioni destinata ai Comuni non capoluogo, purché in aggregazione, per la realizzazione di progetti per l'attrattività integrata in ambito turistico e commerciale.

Grazie a questo Bando sarà possibile attivare tra l’altro:

  • progetti per l’animazione turistico-commerciale attraverso iniziative di “city dressing”;
  • riqualificazione dei mercati e delle aree mercatali in vista di Expo Milano 2015;
  • sostegno agli interventi formativi per imprenditori e personale dipendente;
  • progetti per migliorare la gestione delle merci in ambito urbano;
  • interoperabilità con la piattaforma E015 dei nuovi prodotti digitali per la promozione turistica e commerciale.

Da ricordare inoltre che:

  • la Linea A (dedicata ai Comuni Capoluogo) sarà attiva già dalla pubblicazione sul BURL, data dalla quale decorrerà un termine di 90 giorni per la sottoscrizione dei Protocolli d’Intesa tra ciascun Capoluogo interessato e Regione Lombardia.
  • la Linea B (Progetti di Area vasta) sarà invece attivata tramite pubblicazione, nelle prossime settimane, di un apposito Bando. Ricordiamo che al Bando potranno partecipare partenariati territoriali – guidati da un Comune già capofila in un Distretto del Commercio (Urbano o Diffuso) – che potranno aggregare altri Comuni, imprese operanti nell’ambito dei Distretti e dei Sistemi turistici, Organizzazioni di rappresentanza delle imprese già protagoniste dei Distretti del Commercio.

"Con questo intervento - ha aggiunto l’Assessore - ci riproponiamo: un incremento dell'attrattività turistica; la riqualificazione dei centri urbani; la collaborazione tra imprese, Comuni, sistemi turistici, associazioni di categoria, fondazioni bancarie e, in generale, tutti quei soggetti che possono fare rete per alimentare iniziative importanti; innovazione e adeguamento tecnologico, come l'attivazione di punti Wi-Fi in tutto il territorio regionale".

"L'esperienza del V Bando per i Distretti del commercio - ha concluso Cavalli – dove, a fronte di uno stanziamento di 5 milioni, vi è stata una ricaduta d'investimenti per 15 milioni, ci porta alla convinzione che, grazie a questo intervento, si arriverà a circa 30 milioni d'investimenti, tra quelli di Regione Lombardia, Comuni e soggetti privati".

 

 

 

 

04/04/14
Categoria: Impresa e Istituzioni

Tipologia: Scenario nazionale