• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

Il  9 aprile è stato presentato a Milano il padiglione austriaco, una fitta foresta naturale. L’Austria sarà presente all’Esposizione Universale con un concetto audace: breathe.austria. in cui edifici e ambiente sono perfettamente integrati, segno del rapporto sostenibile tra vita urbana e natura.

L’allestimento è il risultato di un concorso dell’Unione Europea: 450 interessati hanno richiesto i documenti di gara, 56 team creativi hanno inviato i progetti. Una giuria di sette membri ha determinato, in una procedura a due fasi, il concept complessivo più idoneo per il design esterno e interno. Vincitore del concorso è il progetto breathe.austria (respira.austria) del prof. Klaus K. Loenhart. Focus della ricerca è il mutamento ecologico, energetico e socio-culturale dell’ambiente. Il concetto breathe.austria, energeticamente autosufficiente, si focalizza sul mezzo di sostentamento primario: l’aria. L’intera aria espositiva di 560 mq sarà allestita con una fitta foresta. Il lotto sarà accanto ai padiglioni di Germania, Svizzera, Italia e Slovenia. 

Il costo del padiglione è di 12 milioni di euro ed è sostenuto dal Ministero Federale Austriaco per la Scienza, la Ricerca e l’Economia e dalla Camera dell’Economia Austriaca.

Il Commissario di Sezione per l’Austria è l’ing. Josef Proll.

La giornata del 26 giugno 2015 sarà interamente all’insegna dell’Austria e culminerà con un concerto alla Scala di Milano eseguito dalla Filarmonica di Vienna.

 

 

 

 

 

09/04/14
Categoria: Impresa e Istituzioni

Tipologia: Scenario nazionale