• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

È stato firmato il 18 marzo dalla Bulgaria il contratto di partecipazione a Expo Milano2015, apoche settimane dalla sua adesione all’evento. 

Sale a 98 il numero dei Paesi ad aver firmato il contratto di partecipazione all’Esposizione Universale. 

Il documento è stato firmato dal ministro dell’Agricoltura e commissario generale per Expo Milano 2015 del Padiglione bulgaro Dimitar Grekov e dal commissario unico per Expo Milano 2015 Giuseppe Sala

Il padiglione della Bulgaria avrà una superficie di 584 metri quadrati e occuperà una posizione strategica all’interno del sito espositivo, collocandosi tra i due Paesi che saranno impegnati nei grandi appuntamenti mondiali dei prossimi anni: gli Emirati Arabi, organizzatori della prossima Esposizione Universale di Dubai 2020, e il Kazakhstan, che ospiterà la prossima Esposizione Internazionale di Astana 2017. 

Con la Bulgariasale a 49 il numero dei padiglioni self-built, ossia costruiti dai Paesi partecipanti stessi. Giuseppe Sala ha dichiarato che l’obiettivo è di raggiungere quota 60. 

Durante la cerimonia, l’ad di Expo Milano 2015 haanche annunciato l’adesione del Venezuela, che porta il totale dei Paesi partecipanti a quota 145. 

A margine, Sala ha dichiarato che ci sono ancora altre tre o quattro settimane di tempo per raccogliere nuove adesioni all’Esposizione, mentre c’è ottimismo per la firma da parte degli Stati Uniti che potrebbe avvenire durante la visita del presidente Obama a Roma, prevista per il 26 e il 27 marzo. 

 

24/03/14
Categoria: Impresa e Istituzioni

Tipologia: Scenario nazionale