• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

“L’Expo è un altro pezzo dell’Italia che funziona” e “bisogna fare le cose in modo tale che i milioni di turisti attesi a Milano possano vivere un’esperienza unica: vi garantisco che sarà una sorpresa anche per i pessimisti”.  Queste le parole pronunciate dal Presidente del Consiglio Matteo Renzi venerdì 11 aprile a Milano, dopo la riunione tecnica che si è tenuta in via Rovello con i vertici di Expo 2015 spa e i rappresentanti delle istituzioni.

Alla riunione hanno preso parte: il presidente della Camera di Commercio di Milano Carlo Sangalli, il commissario unico per Expo Milano 2015 Giuseppe Sala, il commissario generale del Padiglione Italia Diana Bracco, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Graziano Del Rio, il ministro alle Politiche agricole alimentari e forestali con delega a Expo 2015 Maurizio Martina, il ministro alle Infrastrutture e ai Trasporti Maurizio Lupi, il sindaco di Milano Giuliano Pisapia, il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, e il prefetto di Milano Francesco Paolo Tronca.

Durante l’incontro, durato oltre 90 minuti, gli argomenti di cui si è discusso sono stati: lo stato di avanzamento dei lavori in cantiere, i progetti realizzati dai Paesi partecipanti per i padiglioni e i risultati raggiunti sul fronte del coinvolgimento internazionale e delle imprese italiane. 

Dopo il vertice, è stata annunciata l’intenzione di costituire una task force presso la presidenza del Consiglio dedicata all’Esposizione Universale, per supportare la società di gestione nello sprint finale verso il primo maggio 2015, giorno dell’apertura di Expo Milano 2015.

“Dobbiamo evitare che la burocrazia blocchi tutto, purché si lavori nel rispetto delle regole”, ha aggiunto Matteo Renzi, ricordando i prossimi appuntamenti: il countdown del 30 aprile e l’apertura di Expo Gate, l’infopoint che sarà inaugurato il prossimo 10 maggio.

“Sarà un gruppo di lavoro molto operativo che raccorderà i vari ministri al lavoro su Expo - ha spiegato Maurizio Martina -. La differenza con la Commissione di coordinamento dei ministri è che quella serviva a impostare i progetti, ora la task force sarà composta da tecnici e sarà molto operativa. Quindi passiamo dalla programmazione all’esecuzione. Questo è il salto di qualità”, ha concluso il Ministro.  

Hanno detto:

Carlo Sangalli: “E’ stata una riunione molto importante e significativa. Il presidente Renzi ha dato tutta la sua disponibilità e appoggio per realizzare l’evento. E noi gliel’abbiamo detto: la sua presenza oggi è una nuova svolta”.

Giuseppe Sala: “Siamo molto soddisfatti perché il Premier considera Expo un’opportunità straordinaria e ci darà una grande mano”.

Giuliano Pisapia: “Renzi ha ribadito che Expo è una priorità del Governo, c’è la consapevolezza che porterà nuova occupazione  e metterà l’Italia al centro del dibattito mondiale. È una grande scommessa, passiamo dalle parole ai fatti”.

Roberto Maroni: “Quello di oggi con il Presidente del Consiglio è stato un incontro utile, in cui il Governo ha garantito gli impegni a sostegno di Expo, sia in termini organizzativi che di risorse”. 

 

 

 

 

 

 

14/04/14
Categoria: Impresa e Istituzioni

Tipologia: Scenario nazionale