• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

Cambiano le edicole milanesi in vista di Expo Milano 2015, con nuove opportunità di crescita per il settore e nuovi servizi da offrire a cittadini e turisti. 

Il Comune di Milano ha varato un progetto sperimentale per trasformarle in punti d’informazione e accoglienza per i turisti che visiteranno la Città in occasione dell’Esposizione Universale, affiancando alla normale rivendita dei giornali anche l’offerta di prodotti promozionali della città. 

“Quello degli edicolanti è un settore ‘sensibile', che forse più di altri ha scontato gli effetti prolungati della crisi e che è chiamato ad adeguarsi ai cambiamenti della società dettati dai nuovi stili di vita e da nuovi modi di consumare l'informazione. Stiamo lavorando per attivare il sistema delle edicole che potrebbero diventare veri punti di 'contatto' con quanti verranno per Expo 2015 ma anche per il dopo".

Lo ha detto il presidente di  Confcommercio, Carlo Sangalli, lo scorso 4 aprile a Firenze, aprendo i lavori dell'undicesimo Congresso nazionale dello Snag, il Sindacato nazionale autonomo giornalai. 

“Con questa iniziativa sperimentale – spiega l’assessore al Commercio Franco D’Alfonso - aiutiamo un settore in crisi: incentiviamo le edicole a trasformarsi in una rete di infopoint in città, grazie alla loro diffusione capillare sul territorio e alla vicinanza strategica ai maggiori punti di interesse artistico, culturale e storico di Milano”. 

La Giunta ha approvato le linee di indirizzo della convenzione tra Comune, associazioni di categoria e sindacati: C.I.S.L. Giornalai, FE.NA.G.I. Confesercenti, F.I.E.G. Milano, Si.Na.G.I. aff. SLC-CGIL, SNAG Milano, UILTuCS Giornalai. 

La sperimentazione partirà in occasione del Salone del Mobile: l’evento internazionale che, per flussi di visitatori, si avvicina maggiormente al grande appuntamento del 2015.

Le prime sei edicole che aderiscono al progetto sono situate nelle stazioni delle metropolitana di Cairoli, Cadorna e Lima, in via Solari, via Col di Lana angolo Pietro Custodi e in piazzale Baracca. 

Questo provvedimento permette alle edicole milanesi di contribuire a migliorare i servizi legati all’accoglienza dei turisti in città. Inoltre, rappresenta un concreto aiuto al comparto delle rivendite di giornali oggi in difficoltà, creando nuove opportunità commerciali per i proprietari e i gestori. Questi ultimi, infatti, potranno inserire nel palinsesto pubblicitario degli impianti in dotazione (rotor, schermi o monitor) pubblicità per conto terzi e informazioni istituzionali o di carattere generale. 

A coloro che aderiscono alla sperimentazione, il Comune offrirà un’adeguata formazione linguistica e culturale a supporto dell’attività di informazione turistica, per rispondere in modo adeguato ed efficiente alle richieste dei visitatori che arriveranno a Milano per Expo 2015.

 

 

 

 

 

 

 

 

07/04/14
Categoria: Impresa e Istituzioni

Tipologia: Milano Provincia