• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

Incentivi disabili

Città Metropolitana di Milano – Bando Dote impresa collocamento mirato

 

La Città Metropolitana di Milano promuove un bando per sostiene l’ingresso e la permanenza nel mercato del lavoro delle persone con disabilita, mediante specifici interventi di aiuto all’occupazione rivolti ai datori di lavoro con caratteristica di impresa.

Soggetti destinatari
Sono destinatari degli interventi le persone con disabilità, di età compresa tra i 16 ed i 64 anni, residenti o domiciliati in Lombardia che siano:

  1. iscritti alle liste di collocamento mirato in condizione di disoccupazione;
  2. giovani uscenti dalle scuole, fino a 6 mesi dopo la conclusione del percorso scolastico, in possesso della certificazione del grado di disabilità in coerenza con i criteri previsti dall’art. 1 della l.68/99;
  3. dipendenti con riduzione della capacità lavorativa acquisita nel corso della carriera lavorativa e certificata dal medico competente, con la specifica finalità di riposizionamento della persona nel percorso lavorativo aziendale e di accompagnamento nel percorso di riconoscimento e certificazione dell’invalidità

Dotazione finanziaria
Le risorse disponibili per la realizzazione degli interventi di cui al Bando ammontano complessivamente a Euro 11.038.301,73 di cui 3.072.516,97 per l'anno 2017 ed € 7.965.784,76 per l'anno 2018 a valere sul Fondo regionale disabili ex. art. 7. L.r.13/2003.

Interventi previsti 

ASSE I - INCENTIVI
Incentivi alle assunzioni

È riconosciuto un incentivo a favore dell’impresa che assume o utilizza in regime di somministrazione una persona disabile. Sono ammesse le assunzioni con contratto di lavoro di tipo subordinato a tempo indeterminato o determinato avvenute a partire dal 31 maggio 2017.

L’incentivo è graduato in relazione:

-  alla fascia d’intensità d’aiuto di appartenenza;
-  alla tipologia e alla durata del contratto di lavoro o della missione in somministrazione.

Massimali di incentivo previsti per le assunzioni che concorrono all’assolvimento degli obblighi di cui alla legge n. 68/99: 

Fascia d’aiuto

Tempo indeterminato

Tempo determinato

Somministrato

Oltre 6 mesi e fino a 12 mesi

Oltre 12 mesi

Oltre 12 mesi

Fascia 1

12.000

4.500

9.500

9.500

Fascia 2

13.000

5.000

10.000

10.000

Fascia 3

14.500

6.000

11.000

11.000

Fascia 4

16.000

7.000

12.000

12.000

Nel caso  di  rapporti  di  lavoro  a  tempo  parziale, l’incentivo  economico  viene  riparametrato proporzionalmente.
Sono previsti massimali diversi per le assunzioni che non concorrono all’assolvimento degli obblighi di cui alla legge n. 68/99. 

Rimborso per l’attivazione di tirocini
Sono previsti rimborsi per un massimo di € 3.000 per l’attivazione di tirocini formativi e/o di orientamento o di inserimento/reinserimento lavorativo di persone con disabilità. Il rimborso è riconosciuto al soggetto che assume l’onere di sostenere i costi del tirocinio.

ASSE II - CONSULENZA E SERVIZI

Servizi di consulenza
In questo intervento sono ricomprese le agevolazioni per i servizi propedeutici alla definizione e all’adattamento delle caratteristiche aziendali atte all’inserimento e/o al mantenimento della persona disabile, anche con riferimento ai lavoratori con ridotte capacità lavorative. 

Contributi per l’acquisto di ausili
In questo intervento si riconoscono alle imprese contributi per l’acquisto di ausili e per l’adattamento del posto di lavoro, finalizzati a consentire l’inserimento e/o il mantenimento della persona disabile, anche con riferimento ai lavoratori con ridotte capacità lavorative.

Isola formativa
Con questo intervento si riconoscono alle imprese, anche quelle non soggette agli obblighi di cui alla L. 68/99, i costi di creazione di nuovi ambienti di lavoro, interni alle aziende e integrati con i processi produttivi, nell’ambito di forme più ampie di collaborazione con i servizi del collocamento mirato. 

****

Presentazione delle domande
Le domande possono essere presentate, fino ad esaurimento delle risorse e comunque entro il termine ultimo del 30 dicembre 2018, esclusivamente per mezzo del sistema informativo “Sintesi” della Città Metropolitana di Milano territorialmente. L’assegnazione del contributo avverrà con procedura “a sportello”.

Apri link

 

 

Provincia di Monza e Brianza - Dote impresa incentivi per l’erogazione dell’indennità di tirocinio


La Provincia di Monza e della Brianza ha pubblicato un Bando per sostenere le persone con disabilità in situazione di svantaggio lavorativo anche attraverso incentivi per l’erogazione dell’indennità di tirocinio. 

Le risorse disponibili
Le risorse finanziarie destinate agli incentivi ammontano a euro 210.000,00. Le richieste verranno evase a sportello fino a esaurimento delle risorse. 

Soggetti beneficiari
Sono soggetti beneficiari dei contributi i datori di lavoro che ospitano in tirocinio una persona che sta svolgendo una “Dote Unica Lavoro Persone con disabilità - LIFT” della Provincia di Monza e della Brianza. Possono essere erogati incentivi esclusivamente per tirocini formativi e/o di orientamento o di inserimento/reinserimento lavorativo di persone con disabilità svolti secondo le direttive perviste dalla Delibera di Giunta Regionale n. 825 del 25/10/2013.

Composizione degli incentivi
Il contributo è corrisposto per coprire i costi per l’erogazione dell’indennità, le spese assicurative e, dove non ricompreso nei servizi formativi della dote lavoro persone con disabilità, anche il percorso di informazione e formazione in tema di igiene e sicurezza sui luoghi di lavoro, nonché i connessi obblighi di sorveglianza sanitaria. L’importo dell’incentivo non può essere superiore a 3.000,00 €.

Il rimborso per l'indennità di partecipazione sarà riconosciuto fino al limite massimo mensile di € 400, fatta salva la possibilità da parte dell’ente promotore e/o del soggetto ospitante di integrare tale massimale di rimborso. 

Richiesta contributo per l’erogazione dell’indennità di tirocinio
La domanda deve essere compilata accedendo allo stesso applicativo usato per le comunicazioni obbligatorie della Provincia di Monza e della Brianza (COB di Sintesi).

Apri link

 

 

Provincia di Monza e Brianza – Bando Dote impresa collocamento mirato

La Provincia di Monza e Brianza promuove un bando per sostiene l’ingresso e la permanenza nel mercato del lavoro delle persone con disabilità, mediante specifici interventi di aiuto all’occupazione rivolti ai datori di lavoro con caratteristica di impresa. 

Soggetti destinatari
Sono destinatari degli interventi le persone con disabilità, di età compresa tra i 16 ed i 64 anni, residenti o domiciliati in Lombardia che siano:

  1. iscritti alle liste di collocamento mirato in condizione di disoccupazione;
  2. giovani uscenti dalle scuole, fino a 6 mesi dopo la conclusione del percorso scolastico, in possesso della certificazione del grado di disabilità in coerenza con i criteri previsti dall’art. 1 della l.68/99;
  3. dipendenti con riduzione della capacità lavorativa acquisita nel corso della carriera lavorativa e certificata dal medico competente, con la specifica finalità di riposizionamento della persona nel percorso lavorativo aziendale e di accompagnamento nel percorso di riconoscimento e certificazione dell’invalidità. 

Dotazione finanziaria
Le risorse disponibili per la realizzazione degli interventi di cui al Bando ammontano complessivamente a Euro 2.475.415,45, di cui 705.624,63 per l'anno 2017, a valere sul Fondo regionale disabili ex. art. 7. L.r.13/2003. 

Interventi previsti  

ASSE I – INCENTIVI
Incentivi alle assunzioni

È riconosciuto un incentivo a favore dell’impresa che assume o utilizza in regime di somministrazione una persona disabile. Sono ammesse le assunzioni con contratto di lavoro di tipo subordinato a tempo indeterminato o determinato avvenute a partire dall'8 giugno 2017. 

L’incentivo è graduato in relazione:

  • alla fascia d’intensità d’aiuto di appartenenza;
  • alla tipologia e alla durata del contratto di lavoro o della missione in somministrazione. 

Massimali di incentivo previsti per le assunzioni che concorrono all’assolvimento degli obblighi di cui alla legge n. 68/99:  

Fascia d’aiuto

Tempo indeterminato

Tempo determinato

Somministrato

Oltre 6 mesi e fino a 12 mesi

Oltre 12 mesi

Oltre 12 mesi

Fascia 1

12.000

4.500

9.500

9.500

Fascia 2

13.000

5.000

10.000

10.000

Fascia 3

14.500

6.000

11.000

11.000

Fascia 4

16.000

7.000

12.000

12.000

Nel caso di rapporti di lavoro a tempo parziale, l’incentivo economico viene riparametrato proporzionalmente.

Sono previsti massimali diversi per le assunzioni che non concorrono all’assolvimento degli obblighi di cui alla legge n. 68/99.  

Rimborso per l’attivazione di tirocini
Sono previsti rimborsi per un massimo di € 3.000 per l’attivazione di tirocini formativi e/o di orientamento o di inserimento/reinserimento lavorativo di persone con disabilità. Il rimborso è riconosciuto al soggetto che assume l’onere di sostenere i costi del tirocinio.

ASSE II - CONSULENZA E SERVIZI

Servizi di consulenza
In questo intervento sono ricomprese le agevolazioni per i servizi propedeutici alla definizione e all’adattamento delle caratteristiche aziendali atte all’inserimento e/o al mantenimento della persona disabile, anche con riferimento ai lavoratori con ridotte capacità lavorative. 

Contributi per l’acquisto di ausili
In questo intervento si riconoscono alle imprese contributi per l’acquisto di ausili e per l’adattamento del posto di lavoro, finalizzati a consentire l’inserimento e/o il mantenimento della persona disabile, anche con riferimento ai lavoratori con ridotte capacità lavorative.

Isola formativa
Con questo intervento si riconoscono alle imprese, anche quelle non soggette agli obblighi di cui alla L. 68/99, i costi di creazione di nuovi ambienti di lavoro, interni alle aziende e integrati con i processi produttivi, nell’ambito di forme più ampie di collaborazione con i servizi del collocamento mirato. 

****

Presentazione delle domande
Le domande possono essere presentate, fino ad esaurimento delle risorse e comunque entro il termine ultimo del 30 dicembre 2018, esclusivamente per mezzo del sistema informativo “Sintesi” della Provincia di Monza e Brianza territorialmente competente per la sede di lavoro presso cui avviene l’assunzione o l’erogazione dei servizi.

L’assegnazione del contributo avverrà con procedura “a sportello”.

Apri link


 
Richieste e segnalazioni